HomeCalcio EsteroAlto, bello e talentuoso: chi è Pau Torres, obiettivo del Real Madrid

Alto, bello e talentuoso: chi è Pau Torres, obiettivo del Real Madrid

Pau Torres è il nome nuovo per la difesa del Real Madrid, che attende di delineare il futuro di Sergio Ramos. Ma il Villarreal lo valuta 50 milioni

“È alto, bello e forte: mi piace tutto di lui”. Parole e musica di Luis Enrique, attuale selezionatore della nazionale spagnola, che qualche mese fa si era fatto scappare questa battuta davanti ai giornalisti locali, commentando la prestazione di uno degli astri nascenti del calcio iberico. Quel “lui” è Pau Torres, difensore centrale del Villarreal e uno dei talenti in rampa di lancio di una Liga sempre più brava a valorizzare i propri giovani.

Effettivamente, quando si parla di Pau Torres, ci si trova a discutere di un profilo come non se ne vedevano da anni, a tal punto che non solo il 23enne originario della comunità valenciana probabilmente sarà presente al prossimo Europeo, ma ha buone possibilità di giocarsi una maglia da titolare nel caso in cui Gerard Piqué non dovesse recuperare per il meglio. Ovviamente, le sue prestazioni non sono passate inosservate: il Real Madrid lo ha infatti messo nel mirino l’estate scorsa e, a giugno, potrebbe tornare alla carica.

pau torres
Fonte immagine: @pauttorres (Twitter)

L’erede di Sergio Ramos

Florentino Perez, nonostante la crisi dovuta alla pandemia mondiale che ha messo in ginocchio lo sport, è deciso a investire un bel po’ di soldi per inaugurare un restyling anagrafico del suo Real Madrid. Pau Torres viene visto come il possibile, papabile erede di Sergio Ramos; il capitano dei Blancos ha un contratto in scadenza e i rapporti con la presidenza non sono buoni, a tal punto che lo stesso Ramos non ha mai chiuso alla possibilità di lasciare la capitale.

Pau Torres diventerebbe così la naturale conseguenza a livello di investimento, perché tra gli under 23 è sicuramente il difensore centrale più promettente di Spagna, assieme al francese Jules Koundé. Attualmente, il talento nato proprio a Vila-real ha un contratto in scadenza nel 2024, con il Submarino che lo ha blindato proprio perché in società sapevano quanti interessi avrebbe attratto. Il prezzo? 50 milioni di euro, trattabili fino a un certo punto.

Pau Torres, talento cristallino

Entrato da bambino nel settore giovanile del Villarreal, Pau Torres ha fatto tutta la trafila nel Submarino fino alla prima squadra, staccando una sola stagione per andare in prestito al Malaga. Quando sbarcò in Andalusia, però, lo fece solo per accumulare minuti, perché alla casa madre un paio di presenze con i grandi le aveva già messe da parte. A lanciarlo fu Javi Calleja, il primo allenatore a credere veramente nel ragazzo.

Che, quando torna alla base, soffia definitivamente il posto a Funes Mori e si prende una maglia da titolare, cominciando a scalare le tappe. Calleja lo ha consacrato, Salva Zapata – suo allenatore ai tempi del cadete – gli ha indicato la via: “Ha mezzi tecnici e fisici molto importanti” dichiarò il tecnico tempo fa, promuovendo di fatto uno dei talenti più cristallini usciti ultimamente dal vivaio giallo, assieme ad Aleix Garcia.

Con la maglia del Villarreal, a oggi Pau Torres ha messo insieme oltre 60 presenze e, dalla stagione 2019/20, il minutaggio è sensibilmente aumentato. Parallelamente, ad aiutarlo è stato Raul Albiol, elemento di esperienza con il quale Pau Torres va a implementarsi a meraviglia. L’ex napoletano gli sta insegnando i segreti del mestiere, mentre il suo idolo Bruno Soriano gli fa da riferimento fuori dal campo. Insomma, c’è un bel concentrato di gerarchia alla base di questa crescita esponenziale.

pau torres
Fonte immagine: @pauttorres (Twitter)

Pau Torres, caratteristiche e ruolo

Pau Torres è un difensore centrale mancino di piede, che gioca principalmente sul centro-sinistra di una retroguardia a quattro. Fisicamente molto sviluppato – Luis Enrique dixit -, sa farsi valere nei contrasti e nelle marcature, ma il motivo per il quale piace in maniera trasversale a mezza Europa è proprio l’opposto. Infatti, il valenciano gioca molto bene palla al piede, sa impostare da dietro ed è una delle principali fonti di gioco in costruzione del Villarreal.

Inoltre, legge bene la maggior parte delle situazioni di gioco e in fase di non possesso sa dare man forte in raddoppio al compagno in difficoltà. Ultima, ma non per importanza, la grande efficacia nel difendere alto, parecchi metri distante dalla porta. Per questo potrebbe essere una buona alternativa a Sergio Ramos, col quale ha anche in comune le scorribande in area avversaria. Pau Torres non segna molto, ma è un pericolo costante quando si spinge avanti. Un motivo in più metterci le mani sopra.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti

Resta aggiornato con Telegram