Nicolò Fagioli stipendio: quanto guadagna alla Juve

Nicolò Fagioli è al centro dello scandalo scommesse nel calcio italiano, e apre abbia parecchi debiti: ecco quanto guadagna di stipendio il calciatore.

Il nome di Nicolò Fagioli è diventato più chiacchierato che mai in questi, anche se purtroppo per le ragioni sbagliate. Il 22 centrocampista piacentino della Juventus è l’epicentro dello scandalo scommesse di cui si discute in Italia da ormai una settimana, dopo che La Stampa ha rivelato, mercoledì 11 ottobre, il suo coinvolgimento in un’inchiesta della Procura di Torino su un giro di scommesse illegali. Il calciatore ha ammesso la propria responsabilità, autodenunciandosi e collaborando con la giustizia. Oggi, diversi media riportano alcuni contenuti delle sue rivelazioni, in cui ha confessato ai pm di avere diversi debiti con soggetti ben poco raccomandanbili.

Il 4 agosto, Fabrizio Corona aveva rivelato a Dagospia che Fagioli aveva ben 1 milione di euro di debiti (pur senza parlare di alcuna inchiesta a suo carico), ma secondo quanto riportato da varie testate nazionali questa mattina, che citano la deposizione di Fagioli davanti ai pm, questi debiti sfiorerebbero i 3 milioni di euro. Cifre ovviamente da verificare, dato che nel frattempo il giocatore ha scritto su Instagram che sui giornali vengono raccontate falsità sul suo conto, senza però specificare a quali dettagli si riferisca in particolare. Fagioli avrebbe spiegato di aver iniziato a giocare nel 2021, quando aveva 19 anni, e che presto non poteva più prelevare denaro dal suo conto, che era controllato dalla madre. Per quel motivo, avrebbe iniziato a chiedere soldi in prestito ai compagni.

I debiti del giocatore sembrano essere, da queste indiscrezioni, di molto superiori ai suoi guadagni. Sebbene sia considerato uno dei talenti emergenti della Juventus e del calcio italiano, lo stipendio di Nicolò Fagioli è solo di 1 milione di euro netto all’anno. Il suo contratto con il club bianconero è stato rinnovato nell’estate del 2022 salendo a questa cifra e prolungandosi fino al 2026. In precedenza, essendo un giocatore delle giovanili, il suo stipendio era molto più basso.

Nicolò Fagioli multa

Fagioli si è autodenunciato, decidendo di collaborare con la giustizia. Per questo motivo, martedì 17 ottobre la Procura federale della FIGC, già in possesso di tutti gli elementi per giudicarlo, ha messo una sanzione sportiva che squalifica lo juventino per 12 mesi (di 5 commutati in prescrizioni alternative) e gli impone in più un’ammenda. La cifra che Fagioli dovrà pagare alla FIGC equivale a 12.500 euro. A questa pena potrebbe poi aggiungersi quella per il processo ordinario, che avrà però tempi più lunghi. In quel caso, se verrà giudicato colpevole, Fagioli potrebbe essere condannato fino a 6 mesi di carcere più 516 euro di sanzione. La pena può essere più alta nel caso in cui il condannato abbia giocato grosse cifre, come appunto nel caso del centrocampista della Juventus, ma va anche considerato che Fagioli sta collaborando con la giustizia. Per questo motivo, il giocatore dovrebbe usufruire di uno conto di pena. Tutto però deve ancora essere stabilito, sotto questo punto di vista, per cui per il momento l’unica sanzione ufficiale subita dal calciatore 22enne è la già citata multa federale da 12.500 euro.

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Potrebbe interessarti anche: