Cosa si deve fare per acquistare Neymar dal PSG?

Neymar sarebbe il sogno di tanti allenatori e tifosi, e incredibilmente oggi la sua permanenza al PSG non è più scontata. Ecco come stanno le cose.

C’è aria di cambiamento al PSG, e a farne le spese potrebbe essere addirittura Neymar, che nel 2017 diventava il giocatore più costoso della storia del calcio con il suo passaggio dal Barcellona al PSG. In questi cinque anni, il suo status di stella internazionale non si è affatto consolidato a Parigi, e anzi è stato messo in discussione dalla rivalità interna con Mbappé.

Il nuovo accordo tra l’attaccante francese e il club, con l’arrivo in società di Luis Campos, sembrano aver destabilizzato gli equilibri nella rosa del PSG, e il ruolo di Neymar oggi non è più quello del giocatore imprescindibile.

A dirlo, in un certo senso, è stato lo stesso presidente Nasser Al-Khelaifi a Marca, pochi giorni fa. Interrogato a proposito di una possibile cessione del brasiliano, che già da qualche settimana è indicato come non più centrale nel progetto tecnico del PSG, il qatariota ha detto: “Non possiamo parlarne in pubblico; alcuni giocatori arriveranno, altri lasceranno il club”.

Perché il PSG venderebbe Neymar

Con l’arrivo di Campos al posto di Leonardo, e con il nuovo allenatore in arrivo (dovrebbe essere Galtier), il PSG sta entrando in nuovo corso. E una delle prime mosse sarebbe quella di puntare meno sulle stelle e più su giocatori utili a un progetto tecnico ben studiato: in particolare in attacco, il PSG presenta un’abbondanza di giocatori dai contratti ingombranti a cui non corrisponde un adeguato rendimento in campo.

Neymar è da tempo visto come una figura abbastanza problematica, un accentratore dalle immense qualità, ma spesso vittima d’infortuni e contestato per alcuni suoi atteggiamenti anche extra-campo. Ecco perché, se dev’essere fatto un sacrificio per sfoltire e riequilibrare la rosa, il suo sembra il nome più papabile.

Quanto costa Neymar

Il problema, a questo punto, è chi sarà in grado di persuadere Neymar a lasciare Parigi. La questione è non è solamente sportiva, ovviamente, ma anche economica, dato che solo un anno fa il brasiliano ha rinnovato fino al 2025 per 36 milioni di euro a stagione.

Cifre che oggi quasi nessuno al mondo può garantirgli, ad eccezione forse di Manchester City (dove però non sembra combaciare con il progetto tecnico di Guardiola) e Newcastle (che però è fuori dalle coppe europee). L’unica altra soluzione è che il PSG possa volersene liberare in maniera così decisa da venire incontro al potenziale acquirente facendo un corposo sconto sul cartellino e anche contribuendo a una parte dell’ingaggio.

Al momento, comunque, sembra difficile che Neymar possa partire. L’Equipe, che ha dato la notizia dell’interesse del PSG nel cedere l’attaccante, ha anche messo le mani avanti parlando di una clausola del contratto che, il prossimo 1° luglio, farebbe scattere un prolungamento automatico dal 2025 al 2027, rendendo ancora più complicato immaginare una cessione.