Napoli altro che Lukaku: Conte ha scelto il bomber

Il Napoli, scosso dal caso Kvaratskhelia, continua nella sua campagna acquisti: Conte ha scelto il bomber e non è Lukaku

Il caso Kvaratskhelia, 23 anni, si è abbattuto come e più di un tornado sul mondo Napoli. Tutti sorpresi, con la società che ha reagito nella notte on un comunicato durissimo rivolto all’entourage del calciatore georgiano. Le contromosse sono state già attivate ma nel frattempo gli azzurri non restano a guardare. Al di là del georgiano, c’è una squadra da rinforzare secondo i dettami tattici di Antonio Conte, 54 anni, e quindi il ds Manna, 36 anni, pure pronto a volare in Germania a risolvere la situazione legata al georgiano, lavora su più fronti e più tavoli. L’attaccante è naturalmente una priorità: non nell’immediato, perché va ceduto prima Osimhen, 26 anni, la cui clausola rescissoria al momento sta frenando ogni possibile acquirente. Il nigeriano vuole la Premier League ma sono i club inglesi che al momento nicchiano, con il solo Arsenal disposto ad ingaggiarlo ma non spendendo la cifra chiesta dal Napoli. Risolto il caso Osi, Il Napoli dovrà poi procedere all’acquisto di un nuovo centravanti. Manco a dirlo è stato fin da subito accostato agli azzurri Romelu Lukaku, 31 anni: il centravanti belga ha un feeling speciale con il tecnico, definito peraltro “il miglior allenatore mai avuto”. E Conte di certo sarebbe felice di poter tornare a lavorare con il bomber ex Roma. Al momento, però, sarebbe un’altra la pista su il Napoli si sta focalizzando, proprio sotto il diktat del tecnico leccese. E’ quella che porta ad Artem Dovbyk, 26 anni, centravanti ucraino che ha stregato la Liga nella scorsa stagione: ben 24 gol ed otto assist in 36 presenze ed una firma in calce sulla qualificazione alla prossima edizione della Champions League da parte dei catalani. L’attaccante ha dato già la disponibilità al trasferimento e Manna lavora sia con gli agenti del ragazzo che con il Girona per provare a chiudere intorno ai 35 milioni di euro, la cifra messa sul piatto dagli azzurri a fronte dei 40 chiesti. I prossimi giorni, se non ore, saranno decisivi per chiudere l’affare, provando anche ad anticipare la concorrenza.

Napoli Buongiorno e Marin: doppio colpo in difesa

Il Napoli lavora anche in difesa: un reparto da rinforzare quasi ad ogni costo, una delle priorità indicate da Antonio Conte. E così gli azzurri stringono sempre più per Buongiorno, 25 anni, il primo rinforzo chiesto dal tecnico. Il sì del difensore c’è già e gli azzurri lavorano solo con il club granata per limare le distanze: già offerti 35 milioni, possibile un rilancio sperando che Cairo, 65 anni, riduca le pretese e termini il suo gioco al rialzo. Non solo Buongiorno però. Il Napoli, con Mario Hermoso, 28 anni, è pronto anche a chiudere per Rafa Marin, 22 anni, difensore di proprietà del Real Madrid ma nella scorsa stagione al Deportivo Alavés. Manna lavora per provare a chiudere subito, con un’accelerata decisiva impressa per sbaragliare la concorrenza.

Giancarlo Spinazzola
Giancarlo Spinazzola
Giornalista professionista classe '87, diverse le esperienze maturate soprattutto in ambito sportivo. Inviato per il calciomercato e le Universiadi ma anche per eventi di politica interna ed esteri, dal vertice bilaterale Italia-Francia alle elezioni. Ex direttore di Road2Sport e F1world, sono redattore per varie testate web e collaboro nella redazione sportiva della tv regionale campana Canale 21

Potrebbe interessarti anche: