Il Nantes e quel precedente di prestigio: chi sono gli avversari della Juventus in Europa League

Il Nantes è l’avversario della Juventus nei playoff di Europa League: chi sono gli avversari della Vecchia Signora

L’urna di Nyon ha riservato alla Juventus la sfida contro il Nantes, un confronto sicuramente abbordabile per i bianconeri, che eliminati dalla Champions League vogliono ora dare il massimo in Europa League. Il doppio confronto andrà in scena tra il 16 febbraio, con l’andata a Torino, e il 23 febbraio, col ritorno in Francia. Chiaramente da qui a febbraio, col mondiale di mezzo, molte cose possono cambiare, ma intanto possiamo gettare uno sguardo ai prossimi avversari della Juventus in Europa League.

Il Nantes sta vivendo una stagione difficile, attualmente si trova nelle zone basse della classifica, al sedicesimo posto, con appena 12 punti guadagnati in 14 gare e solo due lunghezze sulla zona retrocessione. Lo scorso anno i francesi hanno chiuso al nono posto, ottenendo la qualificazione all’Europa League grazie alla vittoria in coppa. Quest’anno stanno pagando il doppio confronto, ma in Europa sono comunque riusciti a ottenere il secondo posto, alle spalle del Friburgo e davanti a Qarabag e Olympiacos. Insomma è una squadra che non sta vivendo un grande momento, ma da qui a febbraio, comunque, le cose possono essere diverse.

Come gioca il Nantes

Antoine Kombouaré schiera il suo Nantes solitamente con un 4-5-1, alternando il centrocampo a tre e quello a due con un trequartista. In porta c’è una vecchia conoscenza del calcio italiano, Alban Lafont, ex numero uno della Fiorentina. Dietro Pallois è un centrale d’esperienza, ma abbastanza compassato, per il resto il Nantes è una squadra che subisce abbastanza, in Ligue 1 ha preso 22 gol, quindi la Juventus può sfruttare queste difficoltà dei francesi.

Sull’esterno c’è il giocatore maggiormente da tenere d’occhio, Ludovic Blas, giocatore talentuosissimo e vera e propria luce dei francesi. Sull’altra fascia agisce, invece, Moses Simon, ala velocissima che può rappresentare un altro pericolo per i bianconeri. In mezzo al campo Moussa Sissoko garantisce esperienza, mentre davanti il riferimento offensivo è Ignatius Ganago.

Il Nantes ama ripartire coi propri velocisti e la Juventus dovrà essere brava soprattutto a limitare il talento di Blas, attraverso cui passano gran parte delle azioni dei francesi. Per il resto, la sfida ovviamente è abbordabile per la squadra di Allegri, che però non deve prendere sotto gamba l’impegno, perché la debacle è sempre dietro l’angolo come ha dimostrato il girone di Champions League. Infine, piccola curiosità: Juventus e Nantes si sono affrontate nella semifinale della Coppa dei campioni del 1996, con i bianconeri che hanno vinto il doppio confronto trionfando 2-0 in casa e perdendo 3-2 fuori. In finale, poi, la Juventus ha vinto il trofeo contro l’Ajax all’Olimpico.