Mondiali ogni due anni: la Uefa solleva quattro problemi

Mondiali, tiene banco il dibattito sul realizzarli ogni due anni, ma la Uefa si oppone indicando quattro problemi critici.

Si parla molto della proposta di accorciare il lasso di tempo tra un Mondiale e l’altro, diminuendolo a due anni da quattro previsti ora. Un’idea patrocinata da un celebre volto del mondo del calcio, Arsene Wenger, ma fortemente osteggiata dal secondo organo più importante dell’universo calcistico: la Uefa.

LEGGI ANCHE: Perché Mourinho ha bocciato Diawara e Villar?

Mondiali ogni due anni: i problemi della Uefa

L’organo calcistico europeo si è opposto duramente all’idea della Fifa di far disputare i Mondiali ogni due anni. La Uefa ha emesso un comunicato, indicando quattro gravi problemi che potrebbero sorgere qualora si decidesse di giocare la più importante rassegna calcistica del mondo ogni due anni. Ecco quali sono:

  • Il valore del più grande evento calcistico mondiale verrebbe diluito, in quanto è la ricorrenza quadriennale a conferirgli una così grande importanza
  • Le opportunità sportive per le Nazionali più deboli verrebbero meno, in quanto le partite regolare verrebbero sostituite con le fasi finali
  • Aumenterebbero a dismisura i rischi per i giocatori, costretti a cimentarsi ogni anno in competizioni estive e ad alta intensità, invece di pause di recupero più lunghe ad anni alterni
  • Diminuirebbe lo spazio per i tornei femminili, privati di slot esclusivi e messi in ombra dalla vicinanza dei top eventi maschili

Queste dunque le ragioni della Uefa, che si oppone all’idea della Fifa. Uno scontro appena agli inizi.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!