È il primo obiettivo per Shevchenko: il Genoa punta il trequartista

Miranchuk sembra essere diventato l’obiettivo numero uno del Genoa, alla ricerca di un centrocampista. E potrebbero cambiare molte cose….

Il mercato di gennaio è ufficialmente iniziato nella giornata di ieri. Sono tante le squadre alla ricerca di un innesto e di rinforzi. Tra queste c’è senza alcun dubbio il Genoa, che deve rafforzare la rosa per cercare di risalire una classifica a dir poco deficitaria e che lo vede in piena zona retrocessione. Tra i nomi caldi per i rossoblu c’è quello di Miranchuk, in uscita dall’Atalanta.

Miranchuk Genoa, è lui il rinforzo per Sheva? Ruolo e possibili novità al Fantacalcio

Il russo è in uscita dall’Atalanta, dove in questa stagione sta davvero trovando pochissimo spazio. I liguri avrebbero così messo gli occhi sul 26enne, per cercare di dare e di regalare a Shevchenko un giocatore di qualità ed esperienza in un reparto offensivo troppo scarno e poco incisivo, ma soprattutto troppo legato a Mattia Destro. Il tecnico ucraino avrebbe nell’attuale giocatore degli orobici la figura per innescare proprio l’attaccante ex Bologna. Il vero problema potrebbe però essere legato alle richieste dei bergamaschi, poco disposti a scendere sotto i 15 milioni di euro. L’incastro giusto potrebbe essere rappresentato dalla formula del prestito con diritto di riscatto.

Al di là delle possibili evoluzioni della trattativa, a incuriosire è l’impatto che potrebbe avere un giocatore del livello di Miranchuk nel Genoa. Con l’arrivo di Sheva, i rossoblu non hanno ancora trovat del tutto una quadra dal punto di vista tattico. Molto spesso si sono visti i liguri giocare con il 3-5-2, ma in realtà l’idea dell’ex attaccante del Milan sarebbe quella di optare per un 4-3-3. 

Va detto che il ruolo naturale del russo è quello del trequartista, quindi si potrebbe anche pensare a un 4-3-1-2, con un lavoro di supporto alle due punte e di raccordo con il centrocampo, magari in fase di non possesso. In realtà però il classe 1995 può adattarsi anche a fare l’ala, sia a sinistra che a destra. Insomma, la sua tecnica, la sua qualità e il suo estro possono diventare una carta in più per i genovesi, alla ricerca di un jolly offensivo che innalzi il livello qualitativo.

E poi c’è un aspetto che riguarderebbe anche i tifosi e i fantacalcisti. Il passaggio al Grifone rappresenterebbe un tocca per tutti i fantallenatori che hanno puntato su di lui quest’anno, che ha però poi totalizzato solo 10 presenze, per quanto queste siano state impreziosite da un gol. In Liguria l’ex Lokomotiv Mosca troverebbe senza dubbio la maglia da titolare per tornare a fare ciò che sa fare meglio. sfornire assist e togliersi anche la soddisfazione di segnare in più di un’occasione. Regalando così qualche bonus a chi ha già puntato su di lui e convincendo magari qualcuno nell’asta di riparazione.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI