Il Milan ha scelto l’erede di Ibrahimovic: i dettagli della trattativa

Il club rossonero ha avviato i contatti col giovane talento del Chelsea che potrebbe diventare presto il nuovo numero 9 di Stefano Pioli.

È stato un pomeriggio molto intenso, quello di martedì 18 ottobre a Casa Milan, e tra i vari incontri di Maldini e Massara c’è stato anche quello con Cheik Fall, un noto intermediario di mercato descritto come molto vicino all’entourage di Armando Broja, il giovane centravanti anglo-albanese del Chelsea.

Da tempo varie squadre, tra cui appunto anche i rossoneri, sono stati segnalati come interessati al giocatore classe 2001, e il Milan intende come suo solito muoversi il prima possibile per sondare il terreno e cercare di chiudere rapidamente la trattativa, prima che si scateni un’asta.

Armando Broja: è lui l’erede di Ibrahimovic

L’idea è di portare l’attaccante a Milano per sostituire Zlatan Ibrahimovic, ovviamente. Il centravanti svedese ha da poco spento 41 candeline e, anche se attualmente è infortunato, ha un contratto fino a fine stagione. La sensazione è che a giugno annuncerà l’addio al calcio, liberando un posto nell’attacco rossonero.

Attualmente, le altre soluzioni come prima punta sono Giroud, che però ha 36 anni, e Divock Origi, appena arrivato a parametro zero dal Liverpool ma ancora poco utilizzato da Pioli (appena 158 minuti in 8 partite). Ecco perché l’idea di un nuovo attaccante, giovane e con ampie possibilità di crescita, stuzzica il Milan, che sotto la gestione di Maldini e Massara si è fatto notare per il grande spazio dato alle nuove leve.

Broja è il profilo ideale per caratteristiche tecniche e fisiche: è un centravanti moderno, bravo coi piedi ma anche imponente (191 centimetri d’altezza), sul modello appunto di Ibrahimovic. Al Vitesse, nella stagione 2020/2021, ha fatto vedere buone cose, in parte confermate l’anno scorso in prestito al Southampton, ma oggi al Chelsea il suo ruolo è quello della riserva (173 minuti in 10 partite, con un gol segnato).

È da capire però cosa vuol fare il Chelsea, che al momento ha in rosa solo un altro centravanti, Aubamayang, pure lui non giovanissimo. Molto dipenderà probabilmente da cosa Potter vorrà fare con Lukaku, che l’estate prossima rientrerà a Stamford Bridge, e da quanto Todd Boehly sarà disposto a spendere di nuovo sul mercato per una punta. Di sicuro, il Chelsea non ha fretta di prendere una decisione, dato che il contratto di Broja scade solo nel 2028.