Lazio, il sogno di mercato di Sarri ostacolato da Lotito

Sarri ha un sogno di mercato per la sua Lazio e spera che possa andare in porto. Il vero ostacolo per la trattativa è… Lotito. 

Maurizio Sarri non ha mai fatto richieste di mercato. Nella sua carriera da allenatore non si è mai imposto per l’acquisto dei giocatori. Lo ha fatto al Napoli, al Chelsea e anche alla Juventus. Sta facendo lo stesso anche alla Lazio, dove la situazone è gestita da Igli Tare, il direttore sportivo e braccio destro di Claudio Lotito. Ma siamo certi che Sarri un sogno di mercato lo ha, e potrebbe arrivare a parametro zero. Il suo stesso presidente però rappresenta uno degli ostacoli, vi spieghiamo perché.

Mertens-Napoli, trattative interrotte

La storia d’amore fra il Napoli e Dries Mertens potrebbe essere giunta al capolinea. In scadenza di contratto fra 24 giorni, l’accordo di rinnovo fra l’attaccante e il club azzurro è ancora molto lontano. E se le cifre di cui si parla sono confermate, pensare ad un avvicinamento è davvero molto complicato. Aurelio De Laurentiis è stato chiaro: l’idea, che ha poi portato anche al non rinnovo di Insigne, è di abbassare il monte ingaggi della rosa, per provare a seguire la strategia del Milan. Oltre a Mertens, è in discussione – e anche molto forte – il rinnovo di Koulibaly, ma per lui c’è ancora tempo (scadenza 2023).

Per Mertens invece il tempo stringe. Il tempo sta per scadere e le parti devono prendere una decisione. Da una parte il Napoli, che resta fissa sull’offerta molto al ribasso – le indiscrezioni parlano di proposta da 1,4 milioni -, dall’altra Dries, che è molto legato alla città (ha chiamato il figlio Ciro) ma chiede 4 milioni – fonte: Il Mattino. Secondo Repubblica, invece, le trattative si sono addirittura interrotte. Mertens sa di poter ottenere un buon accordo altrove, in Italia e non solo.

Tre ostacoli per la Lazio

Ecco, in Italia: Maurizio Sarri, che ha da poco rinnovato con la Lazio, lo vorrebbe di nuovo con sé molto volentieri. Ma la trattativa non è semplice, nonostante le indiscrezioni che circolano. La richiesta di 4 milioni al Napoli spaventa anche Claudio Lotito, inevitabilmente. Ma ci sono anche altri tre motivi da tenere in considerazione.

  • Fra Lotito e De Laurentiis c’è un ottimo rapporto – spesso hanno portato avanti insieme battaglie in Lega. Secondo Radio Kiss Kiss, è difficile pensare che il presidente della Lazio possa fare uno sgarbo all’amico e collega. Sarri, invece, lo riprenderebbe senza troppi problemi.
  • Alla Lazio c’è un giocatore praticamente intoccabile, ed è Ciro Immobile, capocannoniere anche dello scorso campionato. Mertens, che è diventato ormai a tutti gli effetti un centravanti – o al massimo una seconda punta -, troverebbe una concorrenza molto forte (considerando che il modulo è il 4-3-3). L’ipotesi di fare il vice Immobile non è di certo una prospettiva entusiasmante. Intanto sembra aver rifiutato il Botafogo.
  • Mertens è molto legato a Napoli come detto e andare alla Lazio, cioè un’altra squadra italiana, potrebbe rappresentare un tradimento.