Un gemello per Theo: ecco cosa cerca il Milan in Mazraoui

Mazraoui, in scadenza con l’Ajax, sarebbe la scelta del Milan sulla fascia destra difensiva, così da consolidare il dominio sulle fasce con Theo Hernandez.

In un calcio in cui il dominio delle corsie laterali è ormai un fattore tattico cruciale, i terzini capaci di coprire l’intera fascia e influire tanto a livello difensivo che offensivo sono merce pregiata. Lo sa bene il PSG, che la scorsa estate voleva accoppiare Hakimi con Theo Hernandez, ma che si è scontrata con il muro del Milan.

E adesso, dopo il rinnovo del terzino francese, i rossoneri sono pronti a calare l’asso, assicurandosi un rinforzo a costo zero che può dare un gemello a Theo sulla corsia di destra. Il profilo individuato è quello del marocchino (con passaporto olandese) Noussair Mazraoui, il cui contratto con l’Ajax scadrà a giugno.

Mazraoui, come gioca

Nato nel 1997 nei Paesi Bassi da una famiglia di origine marocchina, paese di cui rappresenta la Nazionale, Mazraoui è cresciuto nell’Ajax, emergendo nel corso della stagione 2017/2018, subito dopo l’arrivo in panchina di Erik ten Hag, di cui può essere considerato una sorta di pupillo.

Terzino destro di ruolo, si è conquistato un ruolo di primo piano nei Lancieri ancora molto giovane, soppiantando Joel Veltman grazie a una maggiore propensione offensiva e la sua capacità di coprire l’intera fascia. Uno dei tratti caratteristici del gioco di Mazraoui è anche la visione di gioco, che spesso lo ha portato anche a essere impiegato come centrocampista centrale.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Noussair Mazraoui (@nousmaz97)

Soprattutto in questa stagione, il marocchina sta rivelando numeri offensivi di primissimo livello, che confermano la piena maturazione raggiunta da questo terzino: in 25 partite giocate fin qui tra tutte le competizioni, ha messo a referto 5 gol e 3 assist, quasi eguagliando i numeri complessivi di tutti i precedenti anni della sua carriera professionistica.

Come giocherebbe nel Milan

Maldini e Massara sono chiaramente alla ricerca di un terzino destro che possa replicare caratteristiche e rendimento di Theo Hernandez, alzando il livello generale della squadra e apportando anche una buona dose di esperienza internazionale. In quest’ottica, Mazraoui rappresenta il profilo ideale, visto anche che compirà 25 a novembre.

In questa stagione, questo ruolo è rivestito alternativamente da Davide Calabria e Alessandro Florenzi (19 partite il primo, 22 il secondo), segno che le gerarchie in questo settore sono ancora aperte. Florenzi, però, si trova a San Siro in prestito con diritto di riscatto, quindi non è detto che venga confermato. Ci sarebbe anche Kalulu, ma Pioli da gennaio lo sta impiegando soprattutto come centrale.

Ecco allora che Mazraoui diventa chiaramente un giocatore necessario per aggiungere un ulteriore punto fisso alla formazione titolare, peraltro a buon mercato: cartellino a costo zero e ingaggio relativamente contenuto (percepisce appena 770.000 euro annuali all’Ajax, anche se sembra ovvio che le sue richieste ora possano superare il milione). L’operazione per lui, però, non è facile, dato che è seguito anche da Roma e Borussia Dortmund.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI