Nuovo colpo della Lazio: ha già firmato l’ex-Real Madrid

La Lazio riparte da una promessa in arrivo dal Real Madrid, acquisto caldamente richiesto da Sarri per potenziare la rosa in vista della nuova stagione. Conosciamolo insieme.

Ha chiesto rinforzi, Maurizio Sarri, per completare la rifondazione della Lazio iniziata nella scorsa stagione, e Tare e Lotito glieli stanno portando: in un lampo, i biancocelesti hanno concluso un acquisto molto interessante in prospettiva, direttamente dalle giovanili del Real Madrid.

Si tratta di Mario Gila, giovane difensore spagnolo acquistato in queste ore a titolo definitivo dalle Merengues: per lui, la Lazio ha speso 6 milioni di euro, secondo quando rivelato da Sky Sport. Ancora non ci sono informazioni sull’entità dell’ingaggio, ma la trattativa parrebbe essere ormai conclusa.

Chi è Mario Gila, il catalano scuola Real Madrid

Nato a Barcellona il 29 agosto 2000, il nuovo acquisto della Lazio ha mosso i primi passi nelle formazioni giovanili di piccoli club catalani come Sabadell e Damm, prima di approdare nel 2017 all’Espanyol. Lì è stato notato dal Real Madrid, che ha deciso di portarlo nella capitale.

Qui la sua maturazione è proseguita agli ordini soprattutto di Raul, l’ex-attaccante delle Merengues che nel 2019 è stato messo alla guida della seconda squadra del Real Madrid, il Castilla, e che subito ha promosso l’allora 19enne difensore delle giovanili nella sua squadra.

Tre stagioni molto positive in terza serie, compresa una semifinale dei playoff per la promozione in seconda divisione, ha impressionato positivamente nel club madrileno e non solo. Ancelotti ha iniziato a tenerlo d’occhio, portandoselo in panchina a gennaio in Coppa del Re contro l’Elche, per poi farlo esordire in Liga ad aprile contro il suo ex-club, l’Espanyol.

Nel cuore della difesa: come gioca Mario Gila

Difensore centrale dal fisico discreto (184 centimetri d’altezza), Mario Gila è in possesso di una buona velocità e di senso della posizione, qualità che lo rendono adatto in una linea difensiva abituata a pressare alto come quella sarriana.

Alla Lazio arriverebbe soprattutto come scommessa da far maturare, magari affiancandolo a un centrale più esperto e rodato. Di sicuro, con le partenze di Luiz Felipe e Acerbi, la retroguardia biancazzurra avrà bisogno di innesti, e il nuovo arrivo potrà sicuramente avere un ruolo di rilievo nel corso della prossima stagione.