Lukaku: Mondiale a rischio. Una sola possibilità di vederlo in Qatar

Romelu Lukaku rischia di non essere convocato per i Mondiali, secondo quanto detto dal ct del Belgio Roberto Martinez. Una sola condizione per essere presente.

Doveva essere la grande stagione per il riscatto, e invece si sta trasformando in un incubo: quasi mai in campo in questa prima parte di stagione con la maglia dell’Inter, e adesso anche il Mondiale potrebbe tramutarsi in un miraggio per Romelu Lukaku, dopo le ultime parole del ct Roberto Martinez.

Per il momento non è pronto. È nelle mani dei medici. Se è in grado di partecipare a una delle prime tre partite, è un giocatore di cui abbiamo bisogno. Se non può, non sarà con noi” ha detto l’allenatore spagnolo a L’Equipe, parlando del suo attaccante.

Un’assenza che rischia di essere un problema non da poco per il Belgio, la cui generazione d’oro rischia di chiudere il proprio ciclo senza vittorie, e ora potrebbe ritrovarsi a doversi giocare l’ultima occasione di vincere qualcosa senza la sua stella offensiva (considerando che pure Eden Hazard è praticamente invisibile al Real Madrid).

La stagione drammatica di Lukaku: quando tornerà in campo

Tornato all’Inter dopo una stagione al Chelsea molto negativa, Lukaku è sparito dal campo a fine agosto a causa di un infortunio occorso alla terza giornata di Serie A contro la Lazio. Il problema alla coscia lo ha tenuto fuori due mesi, facendolo rientrare solo a fine ottobre per 7 minuti contro il Viktori Plzen (con gol)e poi altri 22 contro la Sampdoria.

Lo scorso 31 ottobre, però, l’attaccante belga ancora di proprietà dei Blues ha subito unaltro stop a causa di un infortunio al bicipite femorale, e ora la sua presenza al Mondiale è seriamente in forse. Secondo la stampa belga, la punta sosterrà nuovi test domani e poi ancora giovedì: sarà l’ultima occasione per convincere Martinez, che nel pomeriggio diffonderàla rosa dei convocati per Qatar 2022.