Lammers al Bologna: come giocherebbe l’olandese

Lammers è in cerca di rilancio dopo due stagioni non troppo positive. La squadra giusta per lui potrebbe essere il Bologna?

Circa due anni fa, Lammers era senza alcun dubbio uno dei giocatori su cui c’era una grande curiosità e una grande aspettativa. A portarselo a casa, non a caso, era stata l’Atalanta, che ha versato 9 milioni di euro più bonus al Psv. Insomma, una cifra importante per un giocatore che, nel campionato olandese, aveva messo in mostra grandi qualità. Qualità che però ora sembrano essersi un po’ smarrite.

Lammers al Bologna: come può inserirsi negli schemi di Mihajlovic

Insomma, il classe 1997 ora è in cerca di riscatto. Le esperienze in terra orobica e poi in prestito all’Eintracht Francoforte sono state tutt’altro che entusiasmanti. La piazza giusta per lui potrebbe essere Bologna. Infatti, secondo quando raccontato da Tuttomercatoweb, Sartori avrebbe messo gli occhi proprio su di lui per rinforzare il reparto offensivo degli emiliani. Ma come potrebbe adattarsi agli schemi di Sinisa Mihajlovic? E come potrebbe utilizzarlo il tecnico serbo?

Nell’ultima stagione il modulo principale con cui i felsinei sono scesi in campo è il 3-5-2. Lammers dunque potrebbe ricoprire alla perfezione il ruolo di seconda punta, ma, all’occorrenza, potrebbe cavarsela anche come prima punta. L’ex Psv è un attaccante moderno, poliedrico e duttile: segna e fa segnare, finalizza ma sa anche proteggere e smistare la palla, favorendo gli inserimenti di centrocampisti e mezze punte. Insomma, potrebbe davvero essere il riferimento offensivo giusto per sfruttare mezzali come Soriano, Svanberg e Schouten. Anche per le sue abilità nel gioco aereo, che potrebbero consentirgli di lavorare molto di sponda. Insomma, non resta che attendere se quest’idea diventerà un qualcosa di più concreto. I presupposti tattici ci sono tutti.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI