Kessie alla Juventus: cosa c’è di vero

Franck Kessie è uno dei primi nomi sulla lista della Juventus. Come stanno davvero le cose per il suo futuro e occhio alle cifre del possibile accordo. 

Dalla tarda serata di ieri il web è letteralmente esploso per Franck Kessie e il suo possibile trasferimento alla Juventus. Il centrocampista ivoriano, ex Milan, è da giorni nel mirino della Vecchia Signora che è ancora a caccia di una pedina per rinforzare quella zona del campo e l’ha identifica proprio nel volante che conosce alla perfezione la Serie A e le sue dinamiche, soprattutto ha le caratteristiche perfette per fare bene con la maglia bianconeri e secondo le direttive di Massimiliano Allegri.

Il Barcellona ormai l’ha scaricato da tempo: non si è integrato negli schemi di Xavi e soprattutto non riesce a conquistare un posto da titolare che credeva di avere quando ha scelto i blaugrana e di lasciare il Milan e l’Italia. Ieri sera in molti hanno scritto su Twitter che l’accordo tra le parti era ormai stato raggiunto e scatenando così una vera e propria festa nel popolo torinese, nella parte bianconera. In realtà, la trattativa non è ancora a un punto così avanzato. Le due società stanno lavorando per un prestito con diritto di riscatto che è pronto a trasformarsi in obbligo a determinate condizioni e per una cifra finale che si aggira tra i 10 e i 15 milioni di euro. Non sembra tanto, ma per i catalani rappresenterebbe comunque un’importante plusvalenza, visto che il centrocampista è arrivato a parametro zero. L’accordo tra i club, quindi, si avvicina, ma bisogna ancora convincere il calciatore. In molti hanno detto che Cristiano Giuntoli, nuovo direttore della Juventus avrebbe tentato di incontrare il centrocampista a Los Angeles, ma ha deciso di lasciare anticipatamente gli Stati Uniti e tornare in Italia. Perché il calciomercato incombe e sta per entrare nelle sue fasi decisive.

Kessie Juventus e non solo: attenzione alle uscite

I bianconeri, infatti, devono sfoltire prima di acquistare nuovi calciatori come annunciato anche dalla società. Arthur ha già salutato con destinazione Fiorentina, ma non è mai realmente entrato nel progetto tecnico. Adrien Rabiot, invece, è rimasto e ha firmato un lauto rinnovo di contratto. La situazione più in bilico resta quella di Paul Pogba: il francese è tornato a Torino nelle vesti del trascinatore, ma anche quest’anno sembra faticare terribilmente nel trovare la migliore forma fisica. Bisogna ancora capire se lui cederà ai soldi e alle lusinghe dell’Arabia Saudita, ma non è l’unico nome in ballo. Altri due nomi dichiaratamente sul piede di partenza sono Zakaria e McKennie. Entrambi non rientrano più nel progetto di Massimiliano Allegri e molto probabilmente andranno all’esterno. Lo svizzero è quello che ha più mercato: il West Ham resta in primo piano, ma attenzione anche a Lipsia e Bayer Leverkusen. Per l’ex Schalke 04 la coperta è un po’ più corta: potrebbe trasferirsi in Premier League o in Bundesliga, ma ancora non è arrivata nessuna offerta in grado di convincere il ragazzo e la Juventus. Prima gli addii, quindi, poi sarà il tempo di Kessie.

Claudio Cafarelli
Claudio Cafarellihttps://www.minutidirecupero.it
Giornalista pubblicista, laurea in Economia, fondatore di Contrataque nel 2012 e di MinutiDiRecupero nel 2020. Appassionato di SEO e ricerca di trend, ho lavorato come copywriter e content manager per agenzie italiane e straniere con particolare attenzione alla scrittura e indicizzazione di contenuti. Dopo aver coltivato una lunga esperienza nella scrittura di trasmissioni televisive e radiofoniche, lavoro per l'agenzia di marketing digitale Jezz Media come responsabile editoriale per l'Italia. Mi occupo della costruzione di piani editoriali facendo riferimento ad analisi trend e volumi di ricerca in chiave SEO e della stesura ed ottimizzazione di articoli e testi per siti web. Appassionato di calcio ho lavorato a trasmissioni sportive in TV e radio e scritto per NapoliCalcioLive, PianetaNapoli, Virgilio Sport e calciomercato.it

Potrebbe interessarti anche: