Perché alla Juventus serve Muriel

Una delle ultime voci di mercato riguardanti la Juventus ha toccato Luis Muriel, attaccante colombiano dell’Atalanta. Ecco perché ai bianconeri potrebbe servire il giocatore sudamericano. 

Muriel, le caratteristiche

Questa stagione è stata difficile tanto per Muriel come per l’Atalanta. Difficile o meglio ancora indecifrabile, soprattutto paragonandola con la precedente, in cui il colombiano era stato una macchina da gol: 22 in 36 presenze, quasi sempre partendo dalla panchina.

E anche nel campionato 2019-20 le reti erano state ben 18, anche qui iniziando le partite prevalentemente come riserva di Zapata.

Perché questo è diventato Muriel nel corso del tempo, uno strepitoso attaccante da inserire a gara in corso, quando magari gli avversari sono più stanchi e il colombiano con la sua velocità e la sua potenza può fare molti danni.

Muriel alla Juve, i motivi

La Juventus con Allegri innanzitutto è stata con 57 reti segnate appena l’undicesimo attacco della Serie A e non ha mai vinto una partita con più di 2 gol di scarto, come non le capitava da 60 anni.

Molte volte addirittura si è visto l’allenatore bianconero togliere una punta per inserire un difensore nei finali di partita per proteggere un risultato positivo. Alcune di queste sostituzioni, tipo Chiellini per Vlahovic contro il Venezia, avevano suscitato prese in giro da parte degli addetti ai lavori.

Perso Dybala e probabilmente Morata, con Kean mai del tutto convincente, l’attacco juventino si ritrova senza alternative a parte Vlahovic, che non può certo giocare da solo.

Assieme al serbo Muriel potrebbe essere innanzitutto un validissimo ricambio da usare a gara in corso e poi, perché no, un compagno di reparto affidabile. Anche perché il colombiano sembra aver passato quel periodo in cui accumulava infortuni muscolari.

A 31 anni per Muriel si potrebbe aprire uno scorcio di carriera davvero interessante.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI