Juventus con Greenwood rischi grosso: il caso e le accuse

Greenwood sembra destinato ad approdare alla Juventus, ma su di lui gravano pesanti accuse di violenze domestiche e s3ssuali: cosa è successo?

A 18 anni, Mason Greenwood era considerato una delle maggiori promesse del calcio inglese: nel 2019 il Manchester United lo lanciava come titolare, e dopo un anno chiudeva una stagione da 17 gol in 49 presenze. Un acquisto del genere da parte della Juventus, oggi, quando Greenwood ha ancora solo 22 anni, sarebbe considerato un colpo, se non ci fosse stato altro, in questi anni. Nella stagione 2022/2023, l’attaccante dei Red Devils non è mai sceso in campo, dopo essere stato sospeso dal club. Poi, l’anno scorso ha giocato in prestito al Getafe, facendo anche piuttosto bene (36 presenze e 10 gol), ma allo United non lo vogliono più, e quindi sarà ceduto, con la Juve in pole position.

La sua carriera e la sua vità sono cambiate il 30 gennaio 2022, quando la polizia di Manchester lo ha arrestato con le accuse di violenza domestica e s3ssuale. Tutto era nato dalla pubblicazione online, poco prima, di alcune fotografie e video della sua compagna, Harriet Robson, che mostrava lividi e altri numerosi segni di violenza subita dal calciatore. Oltre a questi, Robson ha messo online anche un audio, in cui sente Greenwood che forza la ragazza a un rapporto s3ssuale, commettendo di fatto uno stupro. Il materiale ha continuato a circolare anche dopo che Robson lo ha rimosso, ed è ancora oggi possibile recuperarlo online.

Le accuse contro Mason Greenwood: come è finita

Il 2 febbraio 2023, però, le accuse contro il giocatore sono improvvisamente cadute. La polizia di Manchester ha comunicato che non avrebbe portato avanti il procedimento, a causa della decisione di un testimone chiave di non esporsi più contro Greenwood. La testimone chiave era chiaramente Harriet Robson, cioè la vittima, che nel frattempo era tornata insieme al calciatore dello United: nel luglio dello stesso anno, i due hanno annunciato di aver avuto un figlio. Cosa sia successo esattamente non è chiaro, ma a prescindere dalla decisione di Robson di ritirare le accuse contro il compagno, le immagini, i video e l’audio sono circolati e la loro veridicità non è mai stata smentita.

Tifosi e tifose del Manchester United hanno fatto pressioni sul club fin dall’arresto per far mettere il giocatore fuori rosa, come effettivamente successo. Dopo la fine del procedimento, i Red Devils hanno reintegrato inizialmente il giocatore, ma successivamente hanno deciso di prestarlo al Getafe, e oggi non sono intenzionati a riaccoglierlo nella squadra. Nessun processo è stato celebrato per le accuse contro Greenwood, per cui non è corretto dire che sia stato assolto, e nemmeno che le accuse contro di lui si sono rivelate false o che non c’erano sufficienti prove per condannarlo: le accuse sono cadute perché la vittima Harriet Robson ha deciso di ritirare la denuncia contro il compagno. Ma le foto, i video e l’audio sono un fatto.

Leggi anche: Robinho condannato per stupro: ci sarà l’estradazione in Italia?

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Potrebbe interessarti anche: