Perché la Juventus vuole Arnautovic? Le qualità che hanno convinto Allegri

arnautovic
Fonte: Image Photo

Arnautovic ha 33 anni e gioca al Bologna, ed è improvvisamente diventato un’ossessione di mercato per la Juventus. Cerchiamo di capire il motivo di questo interesse.

Si potrebbe addirittura arrivare alle maniere forti per forzare il Bologna a trattare la cessione di Arnautovic alla Juventus: secondo quanto riporta oggi Tuttosport, il club bianconero non molla l’attaccante austriaco, che a questo punto sarebbe pronto a chiedere agli emiliani di lasciarlo partire.

Metodi abbastanza comuni, nel calciomercato odierno, ma sorprende che il discorso ruoti attorno a un giocatore comunque non proprio di primo piano. Mentre la Juve porta in rosa gente come Di Maria e Pogba, e tratta Zaniolo e altri, a molti non risulta chiaro perché vada su un attaccante di 33 anni arrivato al Bologna solo un anno fa dopo una parentesi in Cina.

Juventus Arnautovic: i motivi della trattativa

A dispetto dell’età avanzata, la punta austriaca ex-Inter resta un giocatore di grande valore tecnico (in gioventù era considerato un possibile erede di Ibrahimovic), capace di interpretare il ruolo del centravanti in maniera moderna ed efficace. Inoltre, non va dimenticato che il suo ritorno in Serie A ha messo in mostra un attaccante ancora in grado di fare la differenza.

Nella scorsa stagione ha segnato infatti 15 reti complessive con la maglia del Bologna, chiudendo al nono posto nella classifica marcatori del campionato italiano. A livello realizzativo ha quindi dimostrato di essere ancora molto affidabile, nonostante alcuni piccoli infortuni che gli hanno fatto perdere in tutto 7 partite in rossoblù.

La scommessa della Juventus è che Arnautovic possa essere un giocatore utile a subentrare dalla panchina, facendo da vice-Vlahovic. Atleticamente meno esplosivo, l’austriaco ha però ottimi mezzi fisici e può avere lo stesso dominio del gioco aereo dentro l’area di rigore. Inoltre ha una tecnica anche superiore del serbo, e oltre che da terminale offensivo può fungere egregiamente da appoggio per gli inserimenti dei compagni, tipo Pogba.

Si tratterebbe di una riserva nel ruolo di centravanti, ma in grado di dare un apporto tattico e delle soluzioni di gioco diverse da quelle che offre Vlahovic. L’aspetto economico, poi, ha una sua rilevanza: Arnautovic costa relativamente poco, sia in termini di cartellino (e qui potrebbe esserci uno scambio con Cambiaso, che piace al Bologna) sia come stipendio, e rappresenta duqneu una valida alternativa low cost a un ritorno di Morata, oggi considerato molto complicato.