HomeNotizieNo, l'Inter non rischia alcuna penalizzazione

No, l’Inter non rischia alcuna penalizzazione

In questi giorni si sono susseguite alcune voci riguardo una possibile Inter penalizzata, ipotesi già scongiurata dalla società

Inter penalizzata? No, non c’è nessun rischio. I tifosi nerazzurri dormano sogni tranquilli: il presidente Steven Zhang, tramite una nota rilasciata sul sito ufficiale del club, ha assicurato che il club non ha problemi in tal senso e, di conseguenza, non ci sono i presupposti per una decisione che avrebbe una portata (e sarebbe di una gravità) clamorosa.

La voce di una possibile Inter penalizzata è circolata pochi giorni fa, subito dopo che i giornali avevano reso noto il fatto che la società nerazzurra dovesse ancora corrispondere alcune mensilità ai propri dipendenti, in particolar modo i calciatori. Per diradare ogni dubbio ed evitare ulteriori strumentalizzazioni, il Consiglio di Amministrazione della società si è riunito, ribadendo l’assoluta solidità e disponibilità del board attuale nel “garantire la stabilità operativa e sportiva” dell’Inter.

inter penalizzata
Fonte immagine: @fcin1908it (Twitter)

Inter penalizzata: i motivi di questa ipotesi

Il mancato pagamento di un paio di mensilità, nella fattispecie quelle relative a luglio/agosto e novembre/dicembre 2020, avevano paventato l’ipotesi di un’Inter penalizzata nel caso in cui, entro il 16 febbraio, la società non avesse saldato tutte le pendenze. In quella data ci sono scadenze federali da rispettare, quindi la paura della proprietà era semplicemente quella di arrivare lunga sui tempi.

Per questo il summit tenutosi nella giornata di giovedì è stato decisivo: Zhang, in collegamento dalla Cina, ha ribadito che la situazione è perfettamente sotto controllo. In questi giorni verranno infatti avviati nuovi contatti con i calciatori, ai quali si chiederà di rinegoziare il termine dei pagamenti, in modo tale da avere le spalle coperto nel caso in cui la Lega decidesse di andare ulteriormente a fondo.

inter penalizzata
Fonte immagine: @fcin1908it (Twitter)

Aumento di capitale a tre cifre

Il CdA ha però sottolineato anche come l’Inter non sia affatto fuori da una crisi sì fisiologica, visti gli effetti del post lockdown, ma anche terribilmente preoccupante. Infatti, il prossimo bilancio si chiuderà con una perdita ben più grave rispetto rispetto all’ultimo (-102 milioni di euro), rendendo obbligatorio un aumento di capitale con il quale mettersi al riparo da ulteriori problematiche.

Una iniezione di denaro importante, più grossa di quella del previsto, nonostante board e dirigenza siano già entrati nell’ordine delle idee che qualche asset importante, ergo i calciatori di prima fascia, andrà ceduto. Ma questa è una situazione trasversale, che mina gli equilibri in tutto il mondo. Quindi, scongiurato il pericolo di una Inter penalizzata, il lavoro da fare per raddrizzare la situazione sarà comunque molto profondo.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

75387536bf8277a4a0c328b6d3d9d91b?s=90&d=mm&r=g
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti