Alla fine, Brunori non ce l’ha fatta a battere Haaland

haaland brunori
Fonte: Image Photo

Haaland è uno dei più forti attaccanti al mondo, quindi non stupisce questo suo nuovo record. Ma dietro di lui, a sorpresa, c’è Brunori del Palermo.

Il calciatore che ha segnato più gol nel corso del 2022 tra i club della “galassia Manchester City” è stato – ovviamente – Erling Haaland, con 35 realizzazioni. Ci è riuscito solo per un pelo, però, grazie alla doppietta segnata al Leeds nel posticipo di ieri in Premier. Altrimenti sarebbe stato qualcun altro a stabilire il record, a sorpresa: Matteo Luigi Brunori, il centravanti del Palermo. Club che da qualche mese è diventato di proprietà, appunto, del City Football Group.

Haaland e Brunori le cifre

Detto che il norvegese è destinato a rivoluzionare la storia del gioco, anche solo per le clamorose statistiche sui gol segnati, questo mini-record fa abbastanza sorridere. Fino all’altroieri infatti nella speciale classifica sui migliori marcatori dell’anno solare per quanto riguarda le squadre di proprietà del City Football Group lui era secondo dietro a Brunori, 9 del Palermo entrato anche nell’ottica del ct Mancini.

Poi la doppietta al Leeds e il sorpasso, con Haaland che non è più raggiungibile visto che la Serie B è ferma, mentre nel frattempo la Premier avrà ancora un altro turno. Quindi il biondo bomber potrà addirittura aumentare il vantaggio. Al momento siamo a 35 contro 34 in questa “sfida a distanza” un po’ assurda. E se per il norvegese sono cifre normali, da annata in ufficio, occorre registrare la spettacolare striscia dell’italo-brasiliano, assoluto trascinatore del Palermo alla promozione in Serie B e protagonista anche in cadetteria, visto che ha segnato 9 gol in 18 presenze.

Aggiungiamoci una prima parte di 2022 assolutamente strepitosa ed ecco servita la cifra di 34 gol in 12 mesi. Certo, fino all’estate i rosanero non erano parte della galassia del Manchester City, o forse il gruppo ha deciso di investire nel club siciliano proprio per Brunori, chissà.

Haaland e Brunori confronto

Una statistica condizionata anche, di contro, da un inizio di 2022 in cui Haaland era stato a lungo infortunato, mentre poi da quando è finito al Manchester City ha cominciato a mitragliare le porte avversarie. Coi due gol segnati al Leeds siamo già a 20 gol in 14 presenze, comprese già due triplette in Premier League, in una stagione dove il tassametro dice 26 reti in 20 partite. Avanti così e bisognerà riscrivere ogni record.

Manchester City che comunque deve rincorrere l’Arsenal in Premier League, mentre in Champions tutto è andato molto più liscio. Ed è anche vero che sono un filo più prestigiosi i gol in Europa o in Inghilterra che non nelle categorie inferiori italiane, ma il ritmo realizzativo di Brunori è stato da bomber vero, anche se non è più giovanissimo (ha 28 anni). Del resto c’è chi ha affermato di preferire l’attaccante del Palermo ad Haaland, quindi vale davvero tutto.