Chi è Isaksen, da nemesi della Lazio a obiettivo di Milan e Fiorentina

L’Europa scopre Isaksen: il talento del Midtjylland ha fatto impazzire la Lazio e adesso è sui taccuini degli osservatori del Vecchio Continente.

La shockante sconfitta di Herning lascia ben poco di positivo per la Lazio, ma per altre squadre l’impresa del Midtjylland ha avuto sicuramente un aspetto positivo: rivelare il talento di Gustav Isaksen, protagonista del match con la squadra di Albert Capellas e autore della rete del 4-1.

Come riportano diverse testate in queste ore, il giovane danese è subito finito nel mirino di Milan e Fiorentina, ma la corsa al ragazzo del Midtjylland non sarà facile: il ds del club scandinavo Svend Graversen ha già reso nota un’offerta da una squadra di Premier League parti a 15 milioni di euro.

Chi è Gustav Isaksen, il castigatore della Lazio in Europa League

Un partita incontenibile contro la squadra di Maurizio Sarri, giovedì sera, e adesso tutti parlano di lui. Gustav Isaksen è nato nel 2001 a Hjerk, in Danimarca, ed è cresciuto nel florido vivaio del Midtjylland, arrivando a firmare il suo primo contratto professionistico nel 2019.

Nella stagione seguente ha fatto quindi parte della rosa che ha conquistato il titolo nazionale, e nel frattempo ha continuato a farsi strada nelle selezioni danesi, guadagnando sempre più spazio e rispetto tra compagni e allenatori: attualmente è un punto fermo dell’U21, con la quale ha un record personale di 13 presenze e 4 reti.

Come gioca Gustav Isaksen

Ala sinistra ma all’occorrenza anche destra, Isaksen è perfettamente in grado di destreggiarsi con entrambi i piedi. Veloce e supportato da una buonissima tecnica, eccelle soprattutto nel dribbling, come si è visto bene contro la Lazio, ed è quindi particolarmente temibile nelle situazioni offensive di uno contro uno.

In questa stagione ha già messo a referto 5 gol e 1 assist in 15 partite con il Midtjylland, dimostrando una grade propensione al gol. Di fisico non particolarmente imponente (178 centimetri d’altezza), il nuovo gioiello del calcio scandinavo presenta caratteristiche simili ad altri giovani talenti emersi di recente da quella regione, come ad esempio Damsgaard, visto in Italia con la Sampdoria.