Festeggiamenti Roma Procura Figc apre inchiesta: il motivo

La Procura Figc ha aperto un’inchiesta per quanto successo durante i festeggiamenti della Roma per la vittoria in Conference League.

Ieri in casa Roma è stato il giorno della festa, dopo la vittoria in Conference League, arrivata mercoledì sera nella finale contro il Feyenoord, disputatasi in quel di Tirana. Pullman scoperti in giro per la città e tanti tifosi in strada per salutare i giocatori giallorossi. Ma sono proprio gli atteggiamenti e i comportamenti di alcuni di questi ultimi ad aver fatto discutere. Che cosa è successo? Giusto entrare nel dettaglio e nello specifico di quanto accaduto per le strade della Capitale.

Festeggiamenti Roma, interviene la Procura Figc

A finire nel mirino sono stati infatti i cori contro la Lazio, lanciati principalmente da Zaniolo, tra i più scatenati, e alcuni striscioni,come quello esposto sul pullman dei giocatori: “Laziale, Tirana brutta aria“. Insulti che sono inevitabilmente e irrimediabilmente finiti fin da subito sul tavolo della Procura Federale della Figc. Insomma, quest’ultima dovrebbe aprire un’inchiesta, con tanto di deferimento per qualche calciatore della squadra capitolina. Non resta che attendere dunque l’ufficialità di tutto ciò.

Contestualmente dovrebbe essere deferita anche la Roma per responsabilità oggettiva e per violazione dell’articolo 4 del codice di giustizia sportiva. Violazione che riguarderebbe i principi di lealtà, probità e correttezza sportiva. Gli stessi che hanno riguardato i giocatori del Milan per quanto fatto durante i festeggiamenti per lo scudetto. Insomma, una festa macchiata da qualche atteggiamento un po’ sopra le righe, che va ben oltre il pure e semplice sfottò.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI