HomeCalcio EsteroEuropaEuro 2021, Girone F: squadre, moduli e partite

Euro 2021, Girone F: squadre, moduli e partite

La panoramica su Euro 2021 si chiude con il Girone F: il cosiddetto gruppo della morte, perché racchiude tre potenziali vincitrici ovvero Francia, Germania e Portogallo

Ventiquattro squadre, una coppa da alzare al cielo e soprattutto undici paesi in cui verrà disputata la manifestazione. Può essere riassunto così Euro 2021, in programma tra un mese e quindi con un anno di ritardo per via della pandemia di Coronavirus.

Una competizione molto attesa, sia per vedere in concreto questo nuovo format itinerante che per la presenza di tante squadre con le carte in regola per arrivare fino in fondo. Le classiche big d’Europa sono infatti tutte ben attrezzate, ma non sono escluse sorprese come avvenuto in questa strana stagione anche nelle competizioni per club.

Al di là di possibili exploit, alcuni scontri importanti ci saranno già nella prima fase. Il Girone F ne è un esempio lampante visto che, oltre all’Ungheria, saranno presenti Francia, Germania e Portogallo. Un girone per cuori forti dunque, che potrebbe fare fuori una potenziale vincitrice del torneo.

Euro 2021, il calendario del Girone F

15 giugno

Ore 18.00 – Ungheria-Portogallo (Budapest)

Ore 21.00 – Francia-Germania (Monaco di Baviera)

19 giugno

Ore 15.00 – Ungheria-Francia (Budapest)

Ore 18.00 – Portogallo-Germania (Monaco di Baviera)

23 giugno

Ore 21.00 – Portogallo-Francia (Budapest)

Ore 21.00 – Germania-Ungheria (Monaco di Baviera)

Euro 2021

Ungheria

Nel girone più complicato di Euro 2021, l’Ungheria recita la parte della Cenerentola. Si tratta di una della Nazionali che hanno inciso maggiormente sulla storia del calcio nella prima metà del ‘900, per incontrare decenni avari di soddisfazioni. Negli ultimi anni c’è stato un risveglio con la qualificazione all’edizione 2016 degli Europei e a quella in programma tra un mese. L’Ungheria è arrivata quarta nel Gruppo E, per poi passare gli spareggi battendo Bulgaria e Islanda.

Considerando il livello medio della squadra e soprattutto le avversarie nel girone, appare abbastanza difficile che la Nazionale allenata da Marco Rossi possa proseguire la sua avventura a Euro 2021 dopo la fase a gironi. Certamente in rosa figura qualche talento interessante, che al di là dei risultati di squadra può mettersi in mostra. Su tutti Dominik Szoboszlai, centrocampista classe 2000 del Lipsia. Sarà importante anche l’esperienza di Adam Szalai, attaccante del Mainz e capitano della Nazionale magiara.

Ungheria (4-3-3): Gulácsi; Nego, Orban, Lang, Hangya; Holman, Nagy, Szoboszlai; Varga, Szalai, Sallai

Portogallo

Finalmente vincente oltre che ricco di talenti. Il Portogallo si presenta ad Euro 2021 da campione in carica, dopo l’exploit del 2016 battendo in finale i padroni di casa della Francia. Uno status da confermare, certamente facendo vedere di più rispetto a ciò che emerso durante le qualificazioni. I portoghesi infatti hanno chiuso al secondo posto nel Gruppo B, alle spalle dell’Ucraina.

La sensazione però è che, al di là di un cammino pre Euro 2021 non esattamente scintillante, la Nazionale di Fernando Santos abbia tutto per andare fino in fondo. La stella assoluta è ovviamente Cristiano Ronaldo, ma ci sono tanti altri giocatori di grande qualità. Impossibile non citare Bruno Fernandes, che con il Manchester United ha collezionato in stagione 27 gol e 17 assist. L’astro nascente del calcio portoghese è invece Joao Felix, che le qualità per dominare il calcio europeo per tanti anni.

Portogallo (4-3-3): Lopes; Soares, Pepe, Ruben Dias, Cancelo; Rùben Neves, Moutinho, B. Fernandes; Bernardo Silva, Joao Felix, Cristiano Ronaldo

Francia

Il trionfo all’ultimo Mondiale in Russia, la sconfitta nel precedente Europeo casalingo e una squadra che gronda di talento a tal punto da lasciare dei campioni a casa senza patire la loro assenza. Basta questa breve descrizione per capire che sia chiaramente la Francia la favorita d’obbligo, sia in questo difficile girone che per la vittoria finale di Euro 2021.

I transalpini stanno vivendo un ciclo all’altezza di quello di fine anni ’90 e, dopo una qualificazione vissuta senza troppi patemi d’animo, vogliono riscattare la finale persa con il Portogallo 5 anni fa. Come già anticipato ci sono campioni in tutti i ruoli, ma è chiaro che la figura di Kylian Mbappé sia quella più splendente nella Nazionale di Deschamps. Per andare avanti ad Euro 2021 servono anche grinta ed equilibrio oltre alle qualità tecniche e, in questo senso, un tuttocampista come N’Golo Kanté sarà fondamentale in mediana.

Francia (4-4-2): Lloris; Pavard, Kimpembe, Varane, L. Hernandez; Coman, Kanté, Pogba, Lemar; Griezmann, Mbappé

Germania

Completa il “girone delle stelle” di Euro 2021 la Germania, considerata sempre tra le migliori Nazionali del mondo e in particolare negli ultimi 15 anni. Il ciclo d’oro dei tedeschi ha vissuto un momento di flessione con il Mondiale in Russia, ma grazie alla continua fioritura di nuovi talenti, la formazione allenata da Low ha conquistato l’accesso agli Europei vincendo il duello con i Paesi Bassi per la leadership del Gruppo C.

Il tecnico tedesco è al passo d’addio e, proprio per chiudere in bellezza il suo fantastico ciclo, cercherà di conquistare un Europeo che in Germania manca dal 1996. Le qualità non mancano a questa squadra, che si presenta ad Euro 2021 con il giusto mix tra esperienza e gioventù. A centrocampo giganteggia Ilkay Gundogan, reduce da una stagione semplicemente spettacolare con il Manchester City. C’è curiosità infine sul rendimento di Kai Havertz, che al Chelsea sta migliorando a vista d’occhio dopo i primi mesi di difficoltà.

Germania (4-3-3): Neuer; Klostermann, Rudiger, Ginter, Gosens; Kroos, Kimmich, Gundogan; Sané, Gnabry, Havertz

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

0e571a370b7405f035ea1e969206dd1e?s=90&d=mm&r=g
Paolo Lora Lamia
Classe ’92, ho la vocazione del giornalismo sportivo fin dall’adolescenza. Adoro il calcio, la sua storia e una narrazione sportiva tesa ad emozionare più che a creare polemiche. Giornalista pubblicista dal 2019, cofondatore di Mondoprimavera.com, collaboratore presso Gruppo GEDI e La Giovane Italia e opinionista sportivo per Toscana TV. Ho un debole per il calcio inglese (e per il Liverpool in particolare).

Articoli recenti