Il nuovo Clasico tra Real e Barcellona è per un ragazzo di 15 anni

Endrick è la nuova promessa del calcio brasiliano, e le big di Spagna sono già pronte a darsi battaglia per assicurarsi quello che potrebbe essere il campione di domani.

Per adesso il tabellino segna un due su due per i Blancos, nelle sfide stagionali del Clasico contro il Barcellona: i ragazzi di Ancelotti hanno infatti espugnato il Camp Nou a fine ottobre, e nelle scorse settimane hanno vinto la sfida nelle semifinali di Supercoppa di Spagna. Ma c’è un’altra sfida su cui i due colossi della Liga si stanno confrontando.

In attesa del ritorno in campionato del 20 marzo, Real Madrid e Barcellona sono entrambe in pole position per assicurarsi il nuovo fenomeno del calcio brasiliano, Endrick, una promessa di soli 15 anni.

LEGGI ANCHE: La Copa America ha portato male ai giocatori dell’Argentina

Un talento nato su YouTube

Classe 2006, Endrick Felipe Moreira de Sousa si è fatto conoscere proprio in questi ultimi giorni di gennaio grazie all’exploit nella Copa São Paulo de Futebol Júnior, un importante torneo giovanile dello stato di São Paulo, a cui ha preso parte con la squadra del Palmeiras, segnando 5 gol in altrettante partite.

Le grandi d’Europa hanno iniziato a interessarsene, con le due spagnole in testa al gruppo (ma Chelsea e Manchester United sarebbero subito dietro), e per il 15enne talento brasiliano si sono scomodati diversi paragoni illustri. Ma in patria, almeno a livello giovanile si parla di lui già da qualche tempo, specialmente per i suoi numeri straordinari.

Nella formazione juniores del Palmeiras, Endrick ha già messo a segno 165 gol in 169 partite, anche se poi quello che ha attirato di più l’attenzione generale è stato il più recente, realizzato con una spettacolare rovesciata da fuori area contro l’Oeste. E dire che il Verdão lo aveva scoperto cinque anni fa grazie a YouTube, dove il padre del giocatore ne pubblicava i video per attirare l’attenzione delle big brasiliane.

LEGGI ANCHE: Sergio Ramos ha segnato al Reims come se fosse la finale di Champions

Endrick, come gioca

La rovesciata del 19 gennaio ha conquistato il mondo, al punto che addirittura la FIFA ne ha ricondiviso il video, inserendo Endrick in una lista dei più grandi talenti mai usciti dal settore giovanile del Palmeiras, assieme a nomi leggendari come Domingos da Guia, Evair e Rivaldo.

Subito qualcuno ha pronosticato per lui un futuro alla Vinicius Jr., acclamatissimo fin da adolescente e bloccato dal Real Madrid prima ancora di esordire tra i professonisti con il Flamengo. Ma il giornalista brasiliano Danilo Lavieri ha precisato che, più che l’asso mancini dei Blancos, Endrick ricorda Ronaldo e Romario: una punta totale, tecnicamente e atleticamente eccezionale nonostante non particolarmente alta.

Un centravanti tipicamente verdeoro, insomma: Endrick è alto appena 173 centimetri, ma ha una grandissima accelerazione e una propensione al dribbling in velocità che lo rendono un giocatore devastante in campo aperto, almeno tra i suoi coetanei.

LEGGI ANCHE: Eriksen pronto al rientro: lo aspetta la Premier League

Chi c’è su di lui

Real Madrid e Barcellona, come detto, sono i due club maggiormente avvantaggiati per assicurarsi quello che si candida a essere il prossimo fenomeno del calcio brasiliano. I Blancos, in particolare, negli ultimi anni hanno imposto il proprio dominio sul mercato locale, assicurandosi tre giovani talento come Vinicius Jr., Rodrygo e Reinier. Ma il Barcellona è pur sempre il club che ha portato in Europa Neymar, un punto di riferimento per tutti i giovani calciatori verdeoro.

Data l’età, sarebbe forse il caso di lasciargli tempo per crescere, ma ormai il calciomercato ha ritmi e costi sempre più frenetici, e la corsa per accaparrarsi i campioni di domani prima che esplodano è spietata. Ad ogni modo, fino al 21 luglio niente da fare: solo in quella data, al compimento dei 16 anni, l’attaccante del Palmeiras potrà firmare un contratto professionistico. E comunque, fino a quando non avrà 18 anni non potrà trasferirsi in Europa.

Per ora, quindi, Endrick è tutto nelle mani di Abel Ferreira, che ancora non l’ha fatto esordire in prima squadra. Intervistato sulla possibilità di vedere il gioiellino del 2006 al Mondiale per Club al via il prossimo 3 febbraio, il tecnico del Verdão ha risposto giustamente: “Ha bisogno di un biglietto per Disneyland per lui e la sua famiglia. Ha 15 anni, è ancora un ragazzino”.

LEGGI ANCHE: Com’era l’ultimo Barcellona ad aver giocato in Europa League

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI