el shaarawy
Fonte Immagine: @stewel92 (Instagram)

Stephan El Shaarawy è uno dei nomi del calciomercato di gennaio della Serie A: con l’esodo dalla Cina e gli Europei in vista, vuole tornare in Europa e tanti club sono sulle sue tracce.

Nel grande esodo di giocatori che lasciano la Cina per fare ritorno in Europa, uno dei nomi sicuramente più interessanti è quello di Stephan El Shaarawy, l’attaccante 28enne dello Shanghai Shenhua che ha lasciato l’Italia nel luglio 2019 e che, in Asia, ha vinto una Coppa della Cina.

Con l’Europeo alle porte, El Shaarawy ha molto interesse a mettersi in mostra in un campionato di alto profilo, e magari pure nelle coppe europee, così da convincere il ct Mancini a convocarlo. Vari club sono sulle sue tracce, ma rispetto ad altri nomi che stanno girando in questi giorni, arrivare al Faraone è un po’ più complicato.

Il contratto di El Shaarawy

Il problema fondamentale, è che El Shaarawy non è svincolato né in scadenza di contratto, come ad esempio Pellé ed Eder. Il suo accordo con lo Shanghai Shenhua vale fino al 2022 e gli frutta 16 milioni di euro netti a stagione. Il giocatore sembrerebbe disposto a ridursi l’ingaggio per un trasferimento, ma innanzitutto deve scontrarsi con le ristrettezze economiche dei club causate dal coronavirus e con la volontà della società per cui gioca.

el shaarawy
Fonte Immagine: @stewel92 (Instagram)

Lo Shanghai Shenhua, infatti, è disposto ad accettare di cederlo in prestito fino a giugno, ma dietro il pagamento di 2 milioni di euro, oltre allo stipendio del giocatore. Condizioni non semplici da accettare, e che rischiano di allontare molte possibili pretendenti.

A chi può far comodo

La Roma è la società che lo sta cercando con maggiore insistenza. Paulo Fonseca non ha mai allenato El Shaarawy, ma è un allenatore che predilige giocatori rapidi e tecnici, per cui sarebbe ben disposto verso il Faraone. Con le assenze di Zaniolo, Pedro e Pastore, la trequarti romanista è abbastanza vuota, e le prestazioni non eccezionali di Carles Perez aprono le porte a nuovi arrivi in quella zona del campo.

Pare che, viste le richieste dello Shanghai Shenhua, i giallorossi stiano però virando verso un obiettivo più abbordabile come Bernard dell’Everton. El Shaarawy si ritrova in così in cerca di una nuova squadra. Già a fine dicembre si parlava di un interessamento della Fiorentina per lui: Prandelli al momento non gioca con le punte esterne, ma dà a Ribery il compito di svariare su tutto il fronte offensivo. Il francese, però, sta affrontando spesso problemi fisici, e finora la Fiorentina non è riuscita a trovare un degno sostituto.

Suggestiva anche l’ipotesi Cagliari, anche se economicamente più complicata. Di Francesco ha già lavorato con El Shaarawy alla Roma, tra il 2017 e il 2019, nel periodo migliore della carriera dell’attaccante, e una reunion tra i due potrebbe fare bene a entrambi. Attualmente, i sardi sono senza Luvumbo e Ounas, infortunati, e un rinforzo in attacco farebbe comodo.

el shaarawy
Fonte Immagine: @stewel92 (Instagram)

Ma oltre all’aspetto economico, El Shaarawy deve anche valutare il livello della squadra: il Cagliari è solo quindicesimo in campionato, e non gioca nelle coppe europee (e lo stesso discorso vale per la Fiorentina, quattordicesima). Così, c’è anche chi ha ventilato un possibile interessamento da parte dell’Atalanta, che potrebbe perdere nei prossimi giorni sia Gomez che Malinovskyi.

A Bergamo, troverebbe un impianto tattico per lui insolito, ma anche una grande sfida, in una società ambiziosa e che può garantirgli un palcoscenico internazionale molto prestigioso. L’Atalanta, per parte sua, si assicurerebbe un valido rimpiazzo di Gomez, che conosce la Serie A e la Champions League, e possiede le carattetistiche adatte a impreziosire l’attacco di Gasperini.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: Instagram, Facebook, Twitter e Flipboard!