Diego Lopez al Verona: come gioca il nuovo allenatore degli scaligeri

diego lopez
Fonte: Image Photo

Sarà Diego Lopez il nuovo allenatore del Verona dopo l’esonero di Cioffi: scopriamo come gioca l’uruguayano e che modulo utilizzerà all’Hellas.

Dopo l’esonero di Cioffi, nella giornata di lunedì 10 ottobre, la corsa per la panchina del Verona era ristretta a due nomi: il no di Andreazzoli ha convinto il presidente Setti a rivolgersi all’ora al tecnico uruguayano (ma veterano del calcio italiano) Diego Lopez, esonerato non appena un mese fa dall’Universidad de Chile.

Lopez ha avuto un’ottima carriera come difensore soprattutto al Cagliari, tra il 1998 e il 2010, e nel club sardo ha mosso i primi passi come allenatore, partendo dalle giovanili fino a diventare il vice di Ivo Pulga in prima squadra, e infine divenire tecnico lui stesso dei rossoblù nel 2013/2014.

Una carriera fin qui non proprio splendente, con ben cinque esoneri ricevuti in nove anni da allenatore: prima a Cagliari, poi a Bologna, Palermo e Brescia, dove avave anche subito una retrocessione in Serie B, e infine nella recente esperienza in Cile. In mezzo, però, anche qualche bel risultato: la salvezza ottenuta, sempre col Cagliari, nel 2018, e lo scudetto vinto alla guida del Peñarol nella stagione seguente.

Diego Lopez: come gioca il nuovo allenatore del Verona

Operazione salvezza: difficile ma non impossibile. L’Hellas Verona arrva da quattro sconfitte consecutive e si trova al momento terz’ultimo in classifica con 5 punti (una sola vittoria, sulla Sampdoria ultima, e due pareggi col Bologna ed Empoli), a meno due dalla zona sicura della Serie A.

La svolta potrebbe passare da un probabile cambio di modulo, visto che ovunque è stato Diego Lopez ha portato il suo 4-2-3-1, talvolta adattato a 4-3-3, mentre Cioffi era solito scendere in campo con il 3-5-2. L’allenatore sudamericano si occuperà quindi di abbassare i due laterali Faraoni e Doig, e poi partire a costruire il suo centrocampo, anche se probabilmente i ruoli da titolari saranno appannaggio di Ilic (quando tornerà dall’infortunio) e Tameze.

L’attacco sarà il settore che darà probabilmente più grattacapi a Diego Lopez, dato che finora l’unica punta con più di un gol all’attivo è Thomas Henry (2). Molto probabilmente a gennaio ci saranno delle cessioni, perché attualmente il reparto conta ben 9 giocatori, ai quali si aggiunge Darko Lazovic, esterno mancino che è stato molto importante in questi anni ma che dovrà adattarsi quasi sicuramente a uno stile di gioco diverso dal suo solito.