Skriniar ai saluti: l’Inter ha già l’alternativa in difesa

Alla scoperta di Mouctar Diakhaby: chi è e come gioca il difensore guineano del Valencia, finito nel mirino dell’Inter come possibile erede di Skriniar.

Il rinnovo di Milan Skriniar pare allontanarsi ogni giorno di più, e se Marotta mantiene la speranza di riuscire a trattenere il suo prezioso difensore, l’Inter deve logicamente iniziare a guardarsi attorno in cerca di alternative valide ma soprattutto a basso costo, per non compromettere le già traballanti casse del club.

Tra i nomi che attualmente sarebbe sotto attenta valutazione, il primo della lista arriva dalla Liga spagnola: si tratta di Mouctar Diakhaby del Valencia, che si rivelerebbe un’interessante possibilità di mercato.

Chi è Mouctar Diakhaby: la carriera

Nato a Vendome, in Francia, il 19 dicembre 1996, Diakhaby è cresciuto nel settore giovanile dell’Olympique Lione, uno dei più floridi e strutturati di Francia. Ha fatto il suo esordio in prima squadra nella stagione 2016/2017, sotto la guida tecnica di Bruno Genesio, diventando immediatamente titolare e sostituendo così Samuel Umtiti, ceduto al Barcellona.

Nell’estate del 2018 è poi passato per 15 milioni di euro al Valencia, con cui ha subito vinto la Coppa di Spagna agli ordini di Marcelino. Da allora è un punto fermo della retroguardia del club iberico, offrendo sempre un ottimo rendimento. Negli scorsi mesi, dopo aver fatto parte delle selezioni giovanili della Francia dal 2014 al 2018, Diakhaby ha deciso di optare per la Nazionale maggiore della Guinea, facendo il suo esordio lo scorso giugno.

Chi è Mouctar Diakhaby: come gioca

Il suo ruolo è quello del difensore centrale di piede destro, e si fa notare soprattutto per la sua progressione e la facilità di corsa, oltre che per le doti fisiche nei contrasti. In particolare, Diakhaby ha tra le specialità il gioco aereo, potendo sfruttare 192 centimetri d’altezza, particolare che lo rende anche pericoloso in fase d’attacco sui calci piazzati.

Le sue caratteristiche sono prevalentemente difensive, e sotto questo aspetto in passato era accostato anche all’ex-Napoli Koulibaly. Dove invece ha sempre dimostrato dei limiti è nelle qualità più offensive, come la tecnica palla al piede e la capacità nell’impostare l’azione dal basso, anche se in Spagna è leggermente migliorato in questi ambiti.

Chi è Mouctar Diakhaby: quanto costa

Ausilio è stato visto a Siviglia lo scorso 18 ottobre per osservarlo, quindi l’interesse dell’Inter è confermato. Anche perché, a dispetto di un’età ancora non troppo avanzata, Diakhaby ha già un buonissimo bagaglio di esperienza e, soprattutto, rappresenterebbe un’occasione a costo zero.

Il suo contratto va infatti in scadenza a fine stagione, e finora sembrerebbe aperto a valutare nuove opportunità di carriera. Inoltre, il suo ingaggio al Valencia al momento è piuttosto basso: parliamo infatti di 800.000 euro all’anno, che sicuramente il guineano vorrà alzare, ma che non arriveranno certo ai 3 milioni netti che percepisce adesso Skriniar. Quindi, questa soluzione comporterebbe un bel risparmio per il club nerazzurro.