HomeCuriositàSpagna, prima sconfitta in 28 anni: quando era stata l'ultima

Spagna, prima sconfitta in 28 anni: quando era stata l’ultima

La Spagna è stata sconfitta dalla Svezia, interrompendo una striscia positiva nelle qualificazioni mondiali che durava da 28 anni. Qual è stata l’ultima sconfitta prima di ieri sera?

Leggi anche | Qualificazioni ai Mondiali 2022: tutti i risultati e le classifiche

2-1 di rimonta, dopo il gol a bruciapelo di Soler: così la Svezia ha avuto la meglio della Spagna nell’ultimo match di qualificazione a Qatar 2022, la sera del 2 settembre, grazie alle reti di Isak e Claesson.

Una vittoria storica, perché interrompe la striscia d’imbattibilità degli iberici nelle qualificazioni mondiali che durava da ben 28 anni. E anche allora l’ultima sconfitta era stata firmata da una squadra scandinava, la Danimarca.

L’ultima sconfitta della Spagna, prima della Svezia

Leggi anche | Qualificazioni mondiali 2022 UEFA: squadre, gironi e regolamento

Per trovare la precedente sconfitta della Spagna tocca risalire addirittura fino al 31 marzo 1993: si giocavano, all’epoca, le qualificazioni ai Mondiali di USA 1994, e la Spagna non era certo la squadra che è oggi. A Italia 1990 era uscita agli ottavi di finale, e non aveva preso parte alla fase finale degli Europei del 1992; ma il calcio iberico stava crescendo molto a livello di club, grazie al Barcellona allenato da Johan Cruijff e infarcito di ragazzi della Masia, per cui c’era la sensazione di riuscire a mettere assieme una buona squadra.

Il girone in cui era stata sorteggiata, il Gruppo 3 UEFA, non era però semplice: le avversarie più temibili erano l’Irlanda allenata da Jack Charlton e, ancor di più, la Danimarca detentrice del titolo continentale. In campo, gli scandinavi potevano contare su una formazione dall’ossatura consolidata, con alcuni giocatori di grande valore come il potere Peter Schmeichel e la punta Brian Laudrup, che in quel periodo stava vivendo una buona stagione alla Fiorentina.

Leggi anche | Qualificazioni Mondiali 2022 Italia: il punto sul girone degli Azzurri

I danesi, però, avevano dato fin da subito l’impressione di aver smarrito l’incredibile forma che li aveva condotti a vincere il loro primo titolo internazionale. Ancora privi della stella assoluto Michael Laudrup, che aveva rotto col ct Moller Nielsen, avevano esordito nelle qualificazioni con un deludente 0-0 in Lettonia, per poi pareggiare di nuovo con identico risultato in Lituania e ancora in casa contro l’Irlanda, prima di ottenere finalmente una vittoria (1-0) a Belfast.

La Spagna, invece, era allenata dall’ex-tecnico del mitico Athletic Bilbao degli anni Ottanta Javier Clemente, e in campo schierava giocatori come Zubizarreta, Ferrer, Alkorta, Amor, Salinas, Begiristain e Guardiola. Sulla carta, la Spagna era favorita, anche se una trasferta a Copenaghen non era certo ritenuta una sfida semplice.

Come andò a finire

Leggi anche |

Dopo 20 minuti di gioco, l’attaccante Flemming Povlsen, che era pure passato dalla seconda squadra del Real Madrid e all’epoca militava nel Borussia Dortmund, segnò la rete dell’1-0 che avrebbe deciso la partita.

Il risultato diede fiducia alla Danimarca, che iniziò a migliorare le prestazioni e i risultati, rivelando peraltro una difesa impenetrabile (un solo gol subito, nell’1-1 in Irlanda). La qualificazione ai Mondiali, da cui gli scandinavi mancavano dal 1986, sembrava a un passo, ma dalla sconfitta di Copenaghen la Spagna aveva sempre vinto.

Leggi anche | L’erede di Suarez gioca nel Peñarol: chi è Agustin Alvarez Martinez

L’ultima sfida del girone fu propri il ritorno della gara del 31 marzo 1993, e stavolta fu la Spagna a imporsi con gol di Hierro, superando così la Danimarca in testa al girone. Il pareggio dell’Irlanda a Belfast permise agli uomini di Charlton di raggiungere gli scandinavi a 18 punti, al secondo posto, sopravanzandoli però per i gol segnati: l’Irlanda si qualificò ai Mondiali come seconda dietro la Spagna, e la Danimarca venne eliminata.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti