Cristiano Ronaldo, rottura col Manchester United: via a gennaio

cristiano ronaldo
Fonte: Image Photo

Cristiano Ronaldo è sempre più ai margini del progetto Manchester United e a gennaio è pronto a salutare i Red Devils

Momento davvero complicato per il Manchester United, che nel weekend ha rimediato ben sei gol dai rivali cittadini del City. Un 6-3 umiliante, che ha ribadito la clamorosa forbice che divide le due squadre di Manchester. Nella disfatta dei Red Devils contro i Citizens non si è vista nemmeno l’ombra di Cristiano Ronaldo, rimasto incredibilmente in panchina per 90 minuti. Una situazione orami familiare, perché il portoghese ha giocato appena 80 minuti in Premier League finora e ten Hag non sembra proprio intenzionato a ritagliarsi uno spazio maggiore.

Il Daily Mail fa il punto sul futuro del portoghese, rivelando che la panchina col City ha rappresentato la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso, arrivando alla rottura definitiva tra CR7 e lo United. Secondo il tabloid inglese sarà addio già a gennaio, perché ormai Ronaldo è fuori dal progetto del Manchester e non ci sono spiragli per un suo ritorno da protagonista. Dopo il Mondiale, dunque, con molta probabilità Ronaldo cambierà maglia: ma quale sarà il suo futuro?

Cristiano Ronaldo: le strade per il futuro

In estate Mendes ha già provato a cercare una sistemazione per il portoghese, sondando anche la strada italiana col Napoli, ma senza successo. Il manager ora dovrà tornare al lavoro, provando a trovare la soluzione migliore per il suo assistito. Al momento sembra difficile riuscire a intuire quale sarà il futuro del calciatore, intrappolato in richieste d’ingaggio ormai non proporzionali all’apporto che può garantire. Sicuramente, Ronaldo dovrà abbassare le proprie pretese economiche se vuole restare in Europa e giocare ad alti livelli. Le big non sono più un’opzione, ma squadre medio-alte possono decidere di puntare su lui, anche se ovviamente non possono garantirgli ingaggi faraonici.

Resta sempre in piedi la pista che porta allo Sporting Lisbona, un suggestivo ritorno a casa per il portoghese. Difficile che si apra qualche pista in Italia, col Napoli che ha già rifiutato in estate e altre big che non hanno spazio salariale per Ronaldo. Le offerte già vantaggiose arrivano dall’Arabia, ma CR7 vuole restare in Europa. È un puzzle difficile da comporre, ci vorrà tutta l’abilità di Mendes per riuscirci. Sicuramente, il futuro di Cristiano Ronaldo è uno dei grandi temi dei prossimi mesi.