Conference League 2022 2023: tutte le squadre qualificate

Archiviata quest’edizione con il successo della Roma, si pensa già alla Conference League 2022/2023: tutte le squadre qualificate.

La Roma si è portata a casa la prima edizione della Conference League, superando in finale gli olandesi del Feyenoord, grazie a un gol di Nicolò Zaniolo. Ora, dopo il successo giallorosso, si può già guardare alla prossima edizione della competizione europea. Quali sono le squadre che si sono qualificate per l’anno prossimo?

Conference League 2022 2023: chi si è qualificato alla prossima edizione

Come in molti già sapranno, a rappresentare l’Italia sarà la Fiorentina, arrivata settimana in campionato. Avversarie pericolose saranno il West Ham e il Villarreal, semifinaliste in Europa League e Champions in questa stagione. Da non sottovalutare nemmeno Nizza e Colonia. Tutte queste squadre si sono qualificate al turno di play off, dove si sfideranno con sette squadre retrocesse dal terzo turno preliminare di Europa League. A passare direttamente alla fase a gironi saranno invece le dieci squadre retrocesse dai play off di Europa League.

Prima dei play off ci saranno però tre turni preliminari, di cui in gran parte si conoscono già le squadre qualificate, visto che buona parte dei campionati sono già terminati.

PRIMO TURNO PRELIMINARE
Dinamo Minsk (Bielorussia)
Pogon Szczecin (Polonia)
Lechia Gdansk (Polonia)
Olimpija (Slovenia)
Mura (Slovenia)
Ruzomberok (Slovacchia)
DAC Dunajska Streda (Slovacchia)
Kauno Zalgiris (Lituania)
Panevezys (Lituania)
Fola Esch (Lussemburgo)
Differdange (Lussemburgo)
Tuzla City (Bosnia Erzegovina)
Borac Banja Luka (Bosnia Erzegovina)
Sligo Rovers (Irlanda)
Derry City (Irlanda)
Akademija Pandev (Macedonia del Nord)
Shkendija (Macedonia del Nord)
Ararat-Armenia (Armenia)
Ararat (Armenia)
Valmiera (Lettonia)
Liepaja (Lettonia)
Riga (Lettonia)
Laçi (Albania)
Vllaznia (Albania)
Partizani (Albania)
Crusaders (Irlanda del Nord)
Cliftonville (Irlanda del Nord)
Larne (Irlanda del Nord)
Saburtalo (Georgia)
Dinamo Tbilisi (Georgia)
Dila Gori (Georgia)
KuPS (Finlandia)
SJK (Finlandia)
Inter Turku (Finlandia)
Sfintul (Moldavia)
Petrocub (Moldavia)
Milsami (Moldavia)
Gzira United (Malta)
Floriana (Malta)
Hamrun Spartans (Malta)
B36 Torshavn (Far Oer)
HB Torshavn (Far Oer)
Vikingur (Far Oer)
Gjilani (Kosovo)
Drita (Kosovo)
Llapi (Kosovo)
Europa (Gibilterra)
St. Joseph’s (Gibilterra)
Bruno’s Magpies (Gibilterra)
Buducnost (Montenegro)
Decic (Montenegro)
Iskra (Montenegro)
Bala Town (Galles)
Newtown (Galles)
Breidablik (Islanda)
KR (Islanda)
Vincitore Coppa d’Estonia
Flora (Estonia)
Vincitore Coppa d’Andorra
UE Santa Coloma (Andorra)
Tre Fiori (San Marino)
Tre Penne (San Marino)

SECONDO TURNO PRELIMINARE
13 squadre retrocesse dal primo turno di qualificazione alla Champions
3 squadre retrocesse dal turno preliminare di qualificazione alla Champions
AZ (Olanda)
Anversa (Belgio)
Wolfsberger (Austria)
Motherwell (Scozia)
Vorskla (Ucraina)
Konyaspor (Turchia)
Basaksehir (Turchia)
Silkeborg (Danimarca)
AaB (Danimarca)
AEK Larnaca (Cipro)
Anorthosis (Cipro)
Cuckaricki (Serbia)
Radnicki (Serbia)
Slavia Praga (Repubblica Ceca)
Sparta Praga o Slovacko (Repubblica Ceca)
Osijek (Croazia)
Hajduk Spalato o Rijeka (Croazia)
Basilea (Svizzera)
Young Boys (Svizzera)
PAOK (Grecia)
Panathinaikos (Grecia)
Aris (Grecia)
Hapoel Be’er Seva (Israele)
Maccabi Tel Aviv (Israele)
Bnei Sakhnin (Israele)
Molde (Norvegia)
Viking (Norvegia)
Lillestrom (Norvegia)
AIK Solna (Svezia)
Djurgardens (Svezia)
Hammarby o Elfsborg (Svezia)
CSKA Sofia (Bulgaria)
Levski Sofia (Bulgaria)
Botev (Bulgaria)
FCSB (Romania)
Universitatea Craiova (Romania)
Vincitrice Coppa di Romania
Neftci Baku (Azerbaigian)
Zira (Azerbaigian)
Gabala (Azerbaigian)
Kairat (Kazakistan)
Astana (Kazakistan)
Kyzylzhar (Kazakistan)
Kisvarda (Ungheria)
Puskas Akademia (Ungheria)
Fehervar (Ungheria)
BATE Borisov (Bielorussia)
Dinamo Minsk o Gomel (Bielorussia)
Rakow (Polonia)
Koper (Slovenia)
Spartak Trnava (Slovacchia)
Vaduz (Liechtenstein)
Suduva (Lituania)
Vincitore Coppa del Lussemburgo
Vincitore Coppa di Bosnia Erzegovina
St. Patrick’s (Irlanda)
Vincitore Coppa di Macedonia del Nord
Noravank (Armenia)

TERZO TURNO PRELIMINARE
2 squadre retrocesse dal primo turno di qualificazione alla Champions e sorteggiate (a seguito dell’esclusione delle squadre russe)
Gil Vicente
Twente (Olanda)
Anderlecht (Belgio)
Austria Vienna (Austria)
Dundee United (Scozia)
Zorya (Ucraina)
Sparta Praga o Slovacko (Repubblica Ceca)
Hajduk Spalato o Rijeka (Croazia)
Lugano (Svizzera)