Quali giocatori salteranno il Mondiale per infortunio?

Il Mondiale resterà un miraggio per diversi importanti giocatori: non solo chi non si è qualificato, ma anche chi si è infortunato di recente. La lista.

Sadio Mané non ci sarà: il miglior calciatore africano in attività, stella del Senegal detentore della Coppa d’Africa vinta solo pochi mesi fa, non giocherà il Mondiale di Qatar 2022. A rivelarlo è L’Equipe, dopo che l’attaccante del Bayern Monaco ieri sera era uscito dopo pochi minuti della sfida contro il Werder Brema per un problema al polpaccio.

Ma quello di Mané è solo uno dei tanti nomi di giocatori che salteranno il Mondiale, al via il prossimo 20 novembre, a causa di problemi fisici. Vediamo qui di seguito la lista aggiornata.

Chi salterà il Mondiale di Qatar 2022 per infortunio

BEN CHILWELL

Assenza molto pesante nell’Inghilterra: il terzino del Chelsea si è infortunato alla coscia in allenamento lo scorso 3 novembre, e pochi giorni dopo ha confermato sui social che non potrà rispondere alla convocazione di Southgate.

JESUS CORONA

Il Tecatito, uno dei giocatori più rappresentativi del Messico, si è fratturato il perone in agosto, all’esordio stagionale in Liga contro l’Osasuna, e da allora non ha più giocato. Potrebbe rientrare per gli inizi di dicembre, ma le sue condizioni non gli consetiranno di giocare al Mondiale.

REECE JAMES

Altra assenza importante per l’Inghilterra, confermata nelle scorse ore: a metà ottobre, il centrocampista del Chelsea si era infortunato al ginocchio nella gara di Champions League contro il Milan, e il suo rientro è previsto solo per metà dicembre, praticamente a fine Mondiale.

RAUL JIMENEZ

Altri guai per il Messico, che in Qatar rischia di dover rinunciare anche al suo bomber Raul Jimenez: l’attaccante del Wolverhampton ha problemi all’anca da fine settembre e non è ancora rientrato tra i disponibili. In questa stagione ha giocato appena 4 partite.

DIOGO JOTA

L’attacco stellare del Portogallo dovrà fare a meno dell’attaccante del Liverpool, infortunatosi al polpaccio il 17 ottobre. Il suo recupero è previsto per fine dicembre, quando ormai il Mondiale sarà alle spalle.

N’GOLO KANTÉ

Assente dal Mondiale anche la storica colonna del centrocampo della Francia, detentrice del titolo iridato: Kanté si è infortunato al tendine del ginocchio a metà agosto, poi a ottobre ha ripreso ad allenarsi col Chelsea ma ha subito una ricaduta. Secondo L’Equipe ne avrà fino a metà gennaio.

GIOVANI LO CELSO

Problemi anche per il centrocampista argentino, che a fine ottobre ha sofferto una strappo al fascio muscolare: secondo Tyc Sports, Lo Celso dovrà sottoporsi a un intervento chirurgico, e quindi non sarà convocato nell’Albiceleste.

ROMELU LUKAKU

A serio rischio l’attaccante dell’Inter e del Belgio: infortunatosi alla coscia contro la Lazio a fine agosto, e rientratodopo due mesi, ma dopo poche partite ha patito un nuovo infortunio al bicipite femorale. Martinez dice che attenderà fino a giovedì per capire se convocarlo o meno.

MIKE MAIGNAN

Il secondo di Lloris nella Francia ha subito una lesione muscolare al polpaccio a metà ottobre, e immediatamente è stato chiaro che le possibilità di giocare il Mondiale erano nulle. Il Milano lo rivedrà in campo alla ripresa dei campionati.

SADIO MANÈ

L’infortunio al polaccio subito l’8 novembre in Bundesliga, a pochi giorni dalla partenza per il Qatar, ha di fatto reso impossibile la convocazione di Mané nel Senegal, come detto da L’Equipe quest’oggi.

MIKEL OYARZABAL

Ancora molto in dubbio il talento della Spagna, che lo scorso 17 marzo si è rotto il legamento crociato. La convalescenza è stata lunga, ma a inizio ottobre è tornato in gruppo, anche se non è ancora rientrato in campo e pochi giorni fa ha subito una nuova ricaduta, che rende difficile immaginarlo tra i convocati di Luis Enrique.

PAUL POGBA

Situazione difficile per Pogba: tornato alla Juventus, si è infortunato al menisco durante la preparazione estiva, e ha scelto una terapia conservativa per recuperare dal problema fisico, ma a settembre si è capito che era stata presa la decisione sbagliata, e ha virato sull’operazione. Sarà pronto, forse, per il 2023.

TIMO WERNER

In estate è tornato al RB Lipsia per conquistarsi un posto in Nazionale, ma l’attaccante tedesco ha subito a inizio novembre una rottura del legamento sindesmotico durante il match di Champions League contro lo Shakhtar Donetsk. Rientrerà solo a inizio gennaio.

GEORGINIO WIJNALDUM

La frattura alla tibia rimediata in agosto ha compromesso la sua stagione alla Roma e gli impedirà di giocare con l’Olanda in Qatar. È però vero che già lo scorso giugno Van Gaal non lo aveva convocato per le gare di Nations League.

FLORIAN WIRTZ

Anche uno dei grandi talenti della Germania sarà assente al Mondiale, ma questa notizia si sa da tempo: Wirtz si è infortunato lo scorso 14 marzo in Bundesliga contro il Colonia, riportando una grave rottura del legamento crociato, e da allora non ha più visto il campo.