Zaniolo lascia la Roma dove può andare: le cifre

zaniolo roma
Image Photo Agency

Tra Zaniolo e la Roma il rapporto è ormai irrecuperabile, e l’attaccante azzurro classe 1999 sarà ceduto. Ma a chi e per quale cifra? Scopriamolo.

La notizia era nell’aria da tempo, ma ormai sembra che ci siamo: la Roma cederà Nicolò Zaniolo. Solo pochi mesi fa era lui a firmare la conquista della Conference League con un gol in finale, ma quella rete non è bastata a invertire una tendenza che, nella Capitale, è emersa fin dall’arrivo in panchina di José Mourinho.

Il rapporto tra i due non è mai decollato, e i problemi comportamentali del giocatore non hanno certo giovato. A ciò si sono aggiunte le lunghe assenze per infortunio e anche i problemi con i tifosi. In questa stagione ha giocato appena 1.192 minuti tra tutte le competizioni, realizzando appena 2 gol e 3 assist (quasi tutti in Europa League). Un insieme di cose che ha convinto il talento classe 1999 a chiedere la cessione, trovando il pronto consenso del club giallorosso.

Cessione Zaniolo: chi lo vuole e quanto può ottenere la Roma

Di rottura e cessione, in questi quattro anni e mezzo passati alla Roma, si è parlato spesse volte, ma mai come ora la cosa sembra definitiva. Il suo contratto scade nel 2024, il che significa che tra un anno Zaniolo potrà già svincolarsi a zero, e che la prossima estate la Roma rischia di essere costretta a cederlo a una cifra ribassata per non correre rischi. Ecco perché l’attaccante partirà già in questa finestra di mercato.

In passato era stato accostato alla Juventus e addirittura al Napoli, ma la priorità della Roma è di venderlo fuori dalla Serie A, per non favorire una diretta concorrente. Una delle squadre più interessate nei giorni scorsi era il Borussia Dortmund, che potrebbe cedere Moukoko (sulle sue tracce c’è ovviamente il Chelsea) e sta cercando un nuovo attaccante. Ma l’interesse dei tedeschi si è smorzato, secondo la Gazzetta dello Sport, mentre Leicester City e West Ham hanno il difetto di essere nelle zone basse della classifica di Premier League.

L’opzione principale, dunque, resta il Tottenham. Fabio Paratici è un fan di Zaniolo fin dai tempi in cui era dirigente della Juventus, e sarebbe ben felice di portarlo a Londra. Il giocatore è convinto della proposta, nonostante potrebbe nascondere alcune insidie: il futuro del club è incerto (potrebbe passare di proprietà), il posto da titolare tutt’altro che assicurato (tra Son, Kulusevski, Richarlison e Sessegnon) e non è chiaro se Antonio Conte resterà in panchina dopo la fine della stagione.

Ma l’ipotesi Spurs è complicata anche per ragioni più pratiche. L’offerta del Tottenham per Zaniolo è di un prestito di sei mesi con diritto di riscatto (legato alle presenze del giocatore e alla qualificazione del club alla Champions League, al momento non semplice). In caso di acquisto, poi, gli inglesi verserebbero alla Roma 20 milioni di euro più bonus. La distanza con le aspettative economiche del club giallorosso è quindi molto ampia: la Roma non intende prestare Zaniolo, ma cederlo a titolo definitivo, e spera di farci almeno 40 milioni.