I migliori calciatori assenti dagli Europei 2020 per eliminazione o scelta

Si parla tanto dei pezzi pregiati impegnati a Euro 2020 con le rispettive nazionali, ma c’è una lista composta da calciatori di assoluto valore che non sono però presenti a questo torneo per motivi differenti. Vediamo quali sono e il valore del loro cartellino.

Fra i portieri grande assente il campione d’Italia Handanovic

Cominciamo la rassegna dei calciatori non presenti a Euro 2020 con una conoscenza del calcio italiano da oltre 15 anni. Parliamo del “gigante” di Lubiana e fresco campione d’Italia con l’Inter Samir Handanovic, portiere che ha superato Walter Zenga per presenze con la maglia nerazzurra. Non ce l’ha fatta la sua Slovenia, sorteggiata nel girone G con la Macedonia del Nord di Pandev, qualificatasi a sorpresa Euro 2020. Come titolare di questa squadra dei migliori assenti Handanovic è un numero uno di primo livello. Secondo dietro l’interista, ma solo per una minore esperienza il suo connazionale Oblak, mister 90 milioni. Come terza scelta un’altra conoscenza del calcio italiano: Thomas Strakosha, non qualificato con la sua Albania, quarta nel girone H alle qualificazioni. Due milioni e mezzo il valore del portierone dell’Inter, non più giovanissimo, e 14 milioni di euro il cartellino del portiere albanese.

La difesa degli esclusi potrebbe contare su altri due calciatori che militano in Italia, più precisamente nel Napoli da poco passato nelle redini di Luciano Spalletti dopo l’addio di Gattuso. Parliamo del terzino destro dell’Albania Hisaj, valore 13 milioni di euro, e il kosovaro Rrahmani, il cui cartellino vale giusto un milione in più del compagno. Rimanendo in Italia, a sinistra troviamo Theo Hernandez del Milan, non convocato dalla nazionale francese che anche senza le prestazioni del mancino rossonero da 50 milioni di euro resta la favorita per Euro 2020, a quota 3,80 secondo le previsioni del sito di scommesse Betway. A completare la difesa il grande assente Sergio Ramos, che non ha accompagnato gli iberici alla manifestazione, e il difensore olandese del Liverpool Van Dijk, che non ha preso parte alla manifestazione per un grave infortunio al ginocchio destro.

Centrocampo e attacco: nomi e cartellini “pesanti”

Eduardo Camavinga non è partito con la nazionale maggiore della Francia di Deschamps soltanto perché i transalpini possono vantare una delle linee mediane più complete e duttili del mondo. Il centrocampista in forza al Rennes ha però comunque già disputato tre partite con la nazionale maggiore: con un grande futuro davanti e un valore che supera già i 55 milioni a 19 anni, Cavaminga è il più giovane di questa lista. Stesso discorso di abbondanza, ma con meno qualità della Francia, per Luis Enrique, che ha deciso di rinunciare al centrocampista Saúl Ñíguez, giocatore dal valore tecnico e di mercato di alto livello: il prezzo del suo cartellino si aggira intorno ai 40 milioni. Manca la Bosnia e con lei anche Miralem Pjanic: il geometra del Barcellona che vale 28 milioni di euro non c’è a Euro 2020 così come il centrocampista della Serbia Milinkovic-Savic, il cui cartellino ha un prezzo di 70 milioni di euro. Non c’è neanche il giovanissimo norvegese Martin Ødegaard, trequartista ventiduenne dalle grandi qualità e dal prezzo che le confermano nero su bianco: 40 milioni di euro. Manca alla nazionale di Mancini, ma a tutto il calcio in generale, il talento italiano Nicolò Zaniolo, che nonostante praticamente oltre un anno di infortunio vale ancora 40 milioni di euro. A centrocampo nella Spagna assente Busquets per motivi fisici, dentro quindi Rodri, ragazzo di grande avvenire.

La sua Svezia c’è, ma lui no: Zlatan Ibrahimovic non partecipa a Euro 2020, per quella che era molto probabilmente l’ultima occasione di vedere il campione indossare la maglia della nazionale scandinava. A impreziosire l’attacco dei grandi assenti troviamo un giovane che l’anno scorso con la Fiorentina ha letteralmente fatto impazzire le difese di mezza Serie A siglando ben 21 reti in 37 presenze: parliamo di Dusain Vlahovic, talento puro della Serbia classe 2000 che vale tutti i 40 milioni decisi dall’agenzia di procuratori INTERNATIONAL SPORTS OFFICE.

Tanti calciatori di primo livello assenti dal campionato europeo per nazionali, molti militano nella nostra Serie A. In ogni caso la massima serie italiana è ottimamente rappresentata con i giocatori di squadre come l’Atalanta, la Sampdoria e l’Inter, a dimostrazione che il nostro torneo nazionale è ancora valido dal punto di vista tecnico.