HomeCalciomercatoBundesliga, i 5 migliori acquisti del calciomercato invernale 2020/2021

Bundesliga, i 5 migliori acquisti del calciomercato invernale 2020/2021

I club di Bundesliga hanno approfittato del mercato di gennaio per lavorare in ottica futura: tra gli acquisti per l’immediato spicca quello di Khedira all’Hertha

Il mercato invernale in Bundesliga regala alcuni colpi in entrata decisamente interessanti. Se le due grandi – Bayern e Borussia Dortmund – non si sono mosse per nulla, Lipsia e Borussia Moenchengladbach hanno investito in chiave futura con l’acquisto degli interessanti francesi Simakan e Koudio Koné, che però sbarcheranno in Germania solo a partire da luglio.

Ma quali sono stati i cinque colpi di mercato di gennaio in Bundesliga?

bundesliga
Fonte immagine: @marcoconterio
(Twitter)

Sami Khedira (Hertha Berlino)

L’Hertha Berlino, vista la situazione di classifica interlocutoria, ha deciso di smuovere le acque. Per il centrocampo è stato preso Sami Khedira, il cui arrivo nella capitale rappresenta un vero e proprio colpo anche per la Juventus, che dopo un paio di anni riesce a togliersi dal bilancio il pesantissimo stipendio del centrocampista tedesco.

Khedira arriva a parametro zero, ha superato le visite mediche ma non è detto che Pal Dardai possa utilizzarlo con continuità. Anzi, i numeri dell’ex bianconero sono abbastanza impietosi: nelle ultime due stagioni ha messo insieme solo 35 spezzoni, dilaniato dai problemi fisici che hanno portato la Juventus a liberarsene. Il ritorno in Bundesliga, dopo gli inizi allo Stoccarda, lo aiuterà a rilanciarsi?

Luka Jovic (Eintracht)

L’aria della Bundesliga deve far particolarmente bene a Luka Jovic. Dalla Germania era partito alla volta del Real Madrid dopo un biennio strepitoso, da Francoforte ricomincia dopo la sfortunata parentesi con i merengues. In mezzo, la costante Eintracht, un ambiente che fin da subito lo ha accolto, aspettato e coccolato.

Jovic ha segnato 3 gol in 4 partite dal suo ritorno nella massima divisione tedesca, con i bianconeri che – alla ricerca di un attaccante che già conoscesse il contesto – lo hanno prelevato in prestito secco con la riserva di sedersi a trattare il suo cartellino l’estate prossima. Nel frattempo, il serbo di origine bosniaca pare rinato e, anche se là davanti non c’è più il suo vecchio socio Haller, la coppia con André Silva promette spettacolo.

Demarai Gray (Bayer Leverkusen)

Un anno e mezzo di prestito con diritto di riscatto: sono queste le basi dell’accordo tra Leicester e Bayer Leverkusen per far sì che Demarai Gray possa vestire sin da subito la maglia delle Asprine. Esterno sinistro cresciuto nella periferia di Birmingham, Gray arriva in Bundesliga dopo essere stato lanciato dai Blues e calcisticamente rifinito dai Toffees.

In Germania troverà un calcio diverso ma uno stile di gioco, quello di Peter Bosz, che potrebbe premiare la sua attitudine a forzare le giocate in velocità e in transizione. Fisicamente ben modellato, esuberante nei movimenti e per come attacca gli spazi, il ragazzo figlio di immigrati giamaicani aveva perso spazio nelle gerarchie di Rodgers e ora, lontano da casa, proverà a rilanciarsi.

Emmanuel Dennis (Colonia)

Emmanuel Dennis è nigeriano, giocava in Belgio e, vista la partenza di Anthony Modeste, il Colonia ha deciso di puntarci forte su. Se vi sembra di aver già sentito il suo nome, è perché nella scorsa edizione di Champions League la punta ex Bruges aveva spazzato via da solo il Real Madrid, regolato al Bernabeu da una sua grande prestazione.

Punta rapida, prolifica, tecnicamente un po’ carente ma con un carattere forte e incisivo, che gli consente di essere concreto, Dennis è un attaccante che svaria tanto e apre spazi per gli inserimenti dei compagni. Per una squadra incline a ribaltare il campo con frequenza, poi, è una garanzia, perché il suo dinamismo gli permette di attaccare alla grande la profondità. È arrivato in prestito, ma piuò essere riscattato a fine stagione.

Shkodran Mustafi (Schalke 04)

Allo Schalke 04 basterà provare a blindare la difesa per risollevarsi in classifica per evitare la retrocessione? Difficile dirlo ora e, comunque, la risposta più probabile è no. Però a Gelsenkirken qualcosina sul mercato lo hanno fatto comunque: per aggiustare il pacchetto arretrato orfano di un centrale dopo l’addio di Kabak, lo Schalke 04 ha preso Shkodran Mustafi dall’Arsenal

Il centrale ex Sampdoria arriva in prestito gratuito fino a giugno e, accettare questa destinazione, sottolinea come Mustafi sia ormai l’ex parente di quello che, dopo aver fatto grandi cose in blucerchiato, passò per oltre 40 milioni di euro al Valencia. La sua voglia di rientrare in Germania, dov’è nato e cresciuto, ha vinto su tutto, ma probabilmente non basterà per evitare allo Schalke 04 l’arrivederci alla Bundesliga.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti

Resta aggiornato con Telegram