Botman al Milan, ma il Newcastle offre molto di più: che succede?

Botman è da tempo un obiettivo del Milan, ma il Newcastle si è inserito nella trattativa, facendo un’offerta ben superiore. Cosa può succedere adesso?

Il Milan ha dominato la maratona per Botman, ma ora rischia di perdere la volata finale: i rossoneri sono da mesi sul difensore olandese del Lille, ma tra la corsa scudetto e il cambio di proprietà la trattativa non è ancora stata conclusa, e adesso è spuntato un temibile avversario.

Il Newcastle saudita ha infatti contattato il club francese proponendo un’offerta da 50 milioni di euro per il difensore, molto superiore alle possibilità del Milan, che adesso potrebbe vedere il suo obiettivo sfumare proprio sul più bello. Facciamo il punto sulla situazione e sulle eventuali alternative dei rossoneri.

Botman contesto tra Milan e Newcastle

L’offerta da 50 milioni formulata dal club britannico eccede e non di poco le possibilità economiche del Milan, che nel frattempo sta monitorando altri rinforzi necessari, primo tra tutti Renato Sanches. I rossoneri hanno infatti già inviato al Lille una proposta da 30 milioni per Botman, che per quanto alta non può competere con quella dei Magpies.

Tutto ciò sembra lasciare intendere brutte notizie per i tifosi milanisti, con il centrale olandese che si avvicinerebbe alla Premier League, ma non tutto è perduto, anzi. Botman ha raggiunto nei giorni scorsi un accordo col Milan (quinquiennale da 3 milioni a stagione), e non sarebbe molto convinto dalla possibilità di trasferirsi al Newcastle, che nella prossima stagione non giocherà le coppe europee.

Ora spetta quindi al giocatore prendere una decisione e riuscire eventualmente a mediare con il Lille per far accettare alla società un’offerta inferiore, quella appunto dei rossoneri, ma più gradita da lui. Va detto che tra i rossi di Francia e il club di via Turati ci sono ottimi rapporti, testimoniati dal trasferimento di Maignan un anno fa e da quello imminente di Renato Sanches.

Le alternative del Milan a Botman

Se l’olandese dovesse però scegliere, alla fine, la strada del Tyne, il Milan dovrà prendere una direzione diversa. Come sottolineato dall’esperto di calciomercato Nicolò Schira, con una coppia come Tomori e Kalulu e il vicino rientro di Kjaer il Milan non ha pressanti necessità di aggiungere difensori alla propria rosa.

È però ovvio che, col bisogno di alzare l’asticella dopo la vittoria dello scudetto, per diventare più competitivi anche in Europa e confermarsi in ambito nazionale, un rinforzo farebbe comodo. Anche perché, se dovesse partire Romagnoli (contratto in scadenza a fine giugno), si andrebbe a perdere un nome importante in difesa.

Una scommessa potrebbe essere quella di dare più spazio a Mattia Gabbia, con Kalulu promosso a titolare stabile, ma l’opzione del mercato resta quella più attendibile. Il sogno, in caso di fumata nera per Botman, sarebbe Bremer del Torino, ma l’Inter pare ampiamente in vantaggio sul brasiliano. Altrimenti, tutto su William Saliba dell’Arsenal, che viene da un’ottima stagione in prestito al Marsiglia.