Un occhio al futuro: il Milan sul 10 della Francia

Aouchiche può essere il colpo a sorpresa del Milan, che vuole rafforzarsi con un talento a basso costo ma delle grandi prospettive. Chi è il 10 francese?

Il modus operandi del Milan ormai è noto: mentre Maldini e Massara valutano gli acquisti decisivi per sistemare la squadra in vista della prossima stagione (Botman, Renato Sanches, Origi), il club rossonero valuta anche il futuro seguendo giovani interessanti ma non troppo inflazionati. E ancora una volta, è la Francia il punto di approdo degli osservatori milanisti.

Le ultime news raccontano infatti del viaggio a Tolone di Geoffrey Moncada per visionare uno dei migliori prospetti transalpini del momento, almeno tra quelli non ancora sulla bocca di tutti: Adil Aouchiche. E così, mentre il Real Madrid spende 100 milioni per arrivare a Tchouameni, il Milan potrebbe spenderne meno di un decimo per il numero 10 dell’U21 bleu.

Scuola PSG, pronto al salto di qualità

Classe 2002, Aouchiche è un’altra brillante prodotto dell’accademia del Paris Saint-Germain che è dovuto andare altrove per trovare spazio e fortuna. Col primo obiettivo è andata sicuramente bene, meno col secondo: arrivato a parametro zero al Saint-Etienne nel luglio 2020, si è subito imposto come titolare, ma non è riuscito a evitare la discesa in Ligue 2 in questa stagione.

I suoi numeri, però, mettono in luce un talento cristallino: 35 presenze, 2 gol e 5 assist nella sua prima stagione da professionista; 40, con 5 assist ma nessuna rete, in quella appena conclusa. Il 19enne franco-algerino ha dimostrato di essere un giocatore di livello superiore e di meritarsi un posto in Ligue 1, o perlomeno in un campionato di prima fascia.

Ecco perché vedrebbe di buon grado un trasferimento altrove, evitando di dover passare una stagione in purgatorio con i verdi francesi. Se l’osservazione al Torneo di Tolone, al quale partecipa come numero 10 della squadra francese, dovesse convincere il Milan, si potrebbe concludere il suo trasferimento con buona facilità e senza spendere troppo.

Aouchiche, come gioca

Il paragone più facile (e ingombrante) è quello con Zinedine Zidane: con l’ex-stella del Real Madrid, Adil Aouchiche condivide la posizione in campo – quella di trequartista centrale – il tasso tecnico e le origini berbere. Ma come giocatore è un centrocampista polivalente che finora ha reso al meglio da mezzala in un centrocampo a tre.

Il giovane del Saint-Etienne è un ottimo portatore di palla che brilla nell’impostazione, servendo assist al bacio ai suoi compagni (come si evince dai numeri citati sopra), ma che per adesso è ancora abbastanza acerbo a livello realizzativo.

Difficile che il Milan possa prenderlo per utilizzarlo fin da subito in prima squadra, ma mettere fin da ora le mani su di lui, per poi dargli il tempo di crescere con calma e dimostrare il suo valore, potrebbe essere la cosa migliore da fara, prima che il prezzo del suo cartellino inizi a lievitare.