La Juve sogna Antony, ma c’è un ostacolo alla trattativa

Antony dell’Ajax è nel mirino della Juventus, ma la trattativa per il talento brasiliano è molto complicata per tutta una serie di motivi.

Il sogno di tanti tifosi bianconeri, in questi giorni, è Antony, l’attaccante esterno dell’Ajax che in questa stagione sta avendo numeri di altissimo valore (12 gol e 10 assist in 33 partite con il club di Amsterdam) e che potrebbe rappresentare un innesto importantissimo all’attacco di Allegri.

Tuttavia, sembra che il sogno sia destinato a rimanere tale, poiché l’operazione di mercato per arrivare al brasiliano presenta diversi ostacoli, tra cui in particolare difficilmente superabile. Vediamo nel dettagli di cosa stiamo parlando.

Il ruolo di Antony

Il primo problema, ma anche quello meno difficile da risolvere, riguarda il ruolo del giocatore. Antony è una punta esterna, e gioca prevalentemente da ala destra, posizione che gli permette di diventare molto pericoloso in zona gol rientrando sul sinistro, suo piede naturale.

Oggi, in quella posizione i bianconeri sono già ben coperti con Federico Chiesa, che in questo preciso momento è ancora infortunato, ma che sicuramente una volta rientrato a disposizione andrà a formare un tandem offensivo eccellente assieme a Vlahovic. Chiesa e Antony finirebbero per pestarsi un po’ i piedi, e sarebbe un peccato dirottare uno dei due sulla fascia sinistra, ruolo in cui le loro qualità d’attacco risulterebbero un po’ sacrificate.

Il costo della trattativa

Sicuramente più rilevante, in termini di difficoltà nel portare avanti l’aquisto del brasiliano, è la cifra che l’Ajax potrebbe richiedere. Il ragazzo ha appena compiuto 22 anni e ha ancora ampi margini di crescita, e i Lancieri non hanno alcuna fretta di cederlo né intenzione di fare sconti, dato che il suo contratto scade solo nel 2025.

Transfermarkt stima il suo valore in 35 milioni di euro, ma data la stagione che sta vivendo e il forte interesse internazionale su di lui, Antony potrebbe diventare un obiettivo fattibile solo per una cifra ben più corposa. Varie fonti riportano che, al momento, l’Ajax non accetterebbe meno di 60 milioni per liberarlo, e la Juventus, dopo la grossa spesa per Vlahovic, non si può permettere un simile investimento, almeno di grosse cessioni.

Le altre pretendenti

Il problema principale, infine, è quello dell’appetibilità del club juventino rispetto alle altre società che stanno seguendo Antony in questa fase. La questione non è tanto di blasone (anche se la Juventus, al momento in fase di ricostruzione, ha sicuramente un appeal minore rispetto al Bayern Monaco), quanto di ifferta economica e tattica.

Il gioco dei bianconeri non sembr ail più adatto per esaltare le doti dell’attaccante brasiliano, che invece potrebbe essere decisamente più attirato dal Manchester United, sulla cui panchinapotrebbe accasarsi a fine annata proprio Erik ten Hag, attuale allenatore dell’Ajax e tecnico che ha un ottimo rapporto con Antony. Se l’operazione tra l’olandese e i Red Devils dovesse andare in porto, difficilmente qualcuno potrebbe intromettersi in un trasferimento del giocatore all’Old Trafford.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI