Home Serie A Zona retrocessione: calendario, panoramica e scontri diretti

Zona retrocessione: calendario, panoramica e scontri diretti

Fonte: InsideFoto

La lotta in zona retrocessione è ancora particolarmente agguerrita, e coinvolge fino a otto squadre a sei giornate dalla fine del campionato

LEGGI ANCHE: Chi ha vinto e chi ha perso sulla Superlega

A cinque giornate dalla fine del campionato, resta viva la corsa per evitare la retrocessione in Serie B. Tre squadre scendono di categoria, ma al momento la zona retrocessione interessa complessivamente addirittura otto club, alcuni messi meglio di altri.

Zona retrocessione: panoramica

In ultima posizione, il Crotone è ufficialmente retrocesso il 2 maggio, perdendo contro l’Inter: ha 18 punti, e il primo posto utile per la salvezza ne dista 13; ipotizzando di vincere tutte le prossime partite, farebbe 12 punti. Stessa cosa successa una settimana dopo al Parma: sconfitto 5-2 in casa dall’Atalanta, si è ritrovato a tre giornate dalla fine con 14 punti di ritardo dallo Spezia quartultimo.

LEGGI ANCHE: Sanzioni Superlega, la posizione dei principali organi coinvolti

La vera lotta in zona retrocessione riguarda la diciottesima posizione, l’ultima che condanna alla discesa in Serie B. Attualmente è occupata dal Benevento con 31 punti, il cui avversario principale ora è lo Spezia, subito davanti a 34 punti. I liguri sono però in un momento difficile: solo poche giornate fa sembravano quasi certi della salvezza, mentre ora sono il club più a rischio dopo il Benevento.

Fonte immagine: @Fantacalcio (Twitter)

Molto più tranquilla la situazione di Torino e Cagliari (entrambe a 35 punti), che in questo finale di stagione hanno iniziato a macinare punti, allontanandosi dalla zona più calda della classifica. I Granata, inoltre, hanno ancora da recuperare una partita con la Lazio sesta, che potrebbe garantire loro qualche punto in più. In condizioni abbastanza sicure, troviamo Genoa (35 punti) e Fiorentina (38).

Zona retrocessione: gli scontri diretti

LEGGI ANCHE: Infortunio Ibrahimovic | quando rientra | tempi di recupero

Questo finale di campionato di garantisce però alcuni interessanti scontri diretti che potrebbero decidere chi resterà in A e chi invece sarà condannato alla Serie B. Da questo punto di vista, gli incroci decisivi capiteranno a Cagliari, Torino e Benevento.

I sardi, infatti, hanno affronteto proprio i campani in trasferta il 9 maggio (sconfiggendoli per 3-1) e all’ultima di campionato (23 maggio) ospiteranno il Genoa. Nella stessa giornata, il Benevento dovrà andare a giocarsi la salvezza in casa del Torino, che invece al turno precedente (16 maggio) ha una trasferta insidiosa a La Spezia.

Zona retrocessione: il calendario

LEGGI ANCHE: C’è una polemica in corso tra Diks e la Fiorentina

Con Crotone a Parma ormai fuori dai giochi, gli occhi sono tutti puntati sul Benevento, che in questo finale di campionato avrà sì una sfida difficile contro l’Atalanta, ma anche due incontri con squadre di bassa classifica: il Crotone e il Torino, avversario diretto in zona retrocessione.

FOTO – Twitter Crotone

Lo Spezia non vince dal 10 aprile, e nelle ultime cinque giornate ha raccolto appena due punti; il suo calendario non è dei migliori: un solo scontro diretto, col Torino, in mezzo al derby con la Sampdoria e la partita contro la Roma.

LEGGI ANCHE: Lazio-Torino: la situazione sul recupero del match

Ecco il calendario di tutte le otto squadre in lotta nella zona retrocessione.

BENEVENTO: Atalanta (T), 12 maggio; Crotone (C), 16 maggio; Torino (T), 23 maggio

SPEZIA: Sampdoria (T), 12 maggio; Torino (C), 16 maggio; Roma (C), 23 maggio

CAGLIARI: Fiorentina (C), 12 maggio; Milan (T), 16 maggio; Genoa (C), 23 maggio

TORINO: Milan (C), 12 maggio; Spezia (T), 16 maggio; Lazio (T), 18 maggio; Benevento (C), 23 maggio

GENOA: Bologna (T), 12 maggio; Atalanta (C), 16 maggio; Cagliari (T), 23 maggio

FIORENTINA: Cagliari (T), 12 maggio; Napoli (C), 16 maggio; Crotone (T), 23 maggio

Benevento tra mercato e Nazionale Foto Instagram beneventoofficial

LEGGI ANCHE: Scontri diretti Inter-Atalanta: cosa succede in caso di parità

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Exit mobile version