Home Notizie Anche la Fiorentina entra nel mondo degli NFT

Anche la Fiorentina entra nel mondo degli NFT

Fonte: @acffiorentina (Instagram)

Viola 9.5 è il nuovo progetto della Fiorentina in collaborazione con Genuino.World relativo ai NFT, i token digitali sempre più presenti nel mondo del calcio

LEGGI ANCHE: Cosa sono gli Inter Fan Token, la nuova iniziativa dello sponsor nerazzurro

Gli NFT sono la moda nel momento, specialmente in un settore bisognoso di liquidità come quello del calcio italiano: dopo l’iniziativa dell’Inter, studiata assieme al nuovo sponsor Socios.com, adesso anche la Fiorentina entra nel mondo dei token.

Il club toscano è infatti entrato in collaborazione con Genuino, azienda milanese attiva nel settore dei token collezionabili e delle tecnologie digitali, per realizzare un progetto chiamato Viola 9.5, pensato per celebrare i 95 anni di storia della Fiorentina.

Viola 9.5, il nuovo progetto della Fiorentina

LEGGI ANCHE: Eder e José Fonte, i pionieri europei degli NFT: “Gli USA ci hanno ispirati”

L’annuncio è stato dato lo scorso 30 luglio: “il progetto darà la possibilità agli appassionati di acquistare, scambiare e possedere esclusivi memorabilia del Club, digitali e fisici, certificati, autenticati e collegati tra loro attraverso la combinazione delle tecnologie blockchain e Internet Of Things” recita il comunicato del club.

fonte immagine: profilo Ig @vlahovicdusan

In pratica, andando sul sito Genuino.World, i tifosi e i collezionisti potranno acquistare tramite criptovaluta alcuni token esclusivi della Fiorentina. Gli NFT (letteralmente Non-Fungible Token) sono un concetto non semplice da spiegare: diciamo che, in parole povere, si tratta di “oggetti digitali” unici. A differenza dei bitcoin, che sono un tipo di token “fungibile”, non sono quindi intercambiabili.

LEGGI ANCHE: Gianluca Scamacca, 5 curiosità sulla punta del Sassuolo

La Fiorentina intende così mettere a disposizione, attraverso la piattaforma di Genuino, merchandising esclusivo legato al club, che non può essere trovato altrove: nell’annuncio si è parlato non solo di oggetti digitali in sé, ma anche di token che garantiscono l’accesso a qualcosa di più concreto, “dalle maglie indossate in campo, ai momenti esclusivi con il Club, ai prodotti in edizione limitata fino alle opere d’arte originali”.

La novità odierna è infatti l’ufficializzazione che del progetto Viola 9.5 faranno parte anche le maglie della prossima stagione: 95 divise esclusive acquistabili in una dimensione sia fisica che digitale, certificata e tracciata attraverso la tecnologia blockchain, la stessa alla base delle moderne criptovalute.

A cosa servono gli NFT

LEGGI ANCHE: Come saranno le maglie delle squadre di Serie A 2021/2022

A un primo sguardo, l’utilità dei token potrebbe sembrare abbastanza complicata da comprendere: perché spendere soldi per qualcosa che, il più delle volte, esiste solamente in una stringa di codice informatico?

Il fatto è che oggi i token stanno prendendo sempre più piede nel mondo dello sport per una serie di vantaggi che garantiscono ai club che vi fanno ricorso: innanzitutto, sono una moda emergente e, se cavalcata adeguatamente, possono aumentare l’appeal della società e aprirla a nuovi fan in giro per il mondo, accrescendo quindi la diffusione del proprio marchio.

LEGGI ANCHE: Fiorentina Espanyol: un omaggio ad Astori e Jarque

Anche perché, come detto sopra, non si rivolgono esclusivamente ai tifosi e a chi è interessato a seguire e supportare attivamente la squadra, ma anche ai collezionisti di oggetti digitali. Tutto questo significa, banalmente, maggiori introiti, e in questo momento di particolare crisi economica le società di calcio hanno colto al volo l’occasione per integrare i propri guadagni.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Exit mobile version