Vertonghen, i figli tifano Portogallo: “Forse non hanno capito”

Jan Vertonghen e il Portogallo: un binomio storico per il centrale del Belgio, che nella conferenza stampa pre gara ha destato anche qualche sorriso. 

Autore di un percorso netto fino a questo momento, il Belgio di Lukaku e Vertonghen ha segnato 7 gol nel girone B incassandone solo uno, contro la Danimarca, nella vittoria che è valsa il passaggio agli ottavi di finale. 

Questa sera, dopo la fine dei gironi e una prima giornata di ottavi di finale che hanno visto l’Italia passare insieme alla Danimarca di Kjaer, il Belgio di Vertonghen affronterà il Portogallo, con tre tifosi in meno.

Leggi anche | Tabellone dei quarti di finale Euro 2021: orari e date

Vertonghen: i figli tifano per Cristiano Ronaldo? 

“I miei figli vanno a scuola a Lisbona e, come tutti, tifano per la squadra portoghese. Ho dovuto spiegare loro che papà avrebbe giocato contro il Portogallo. Non credo che abbiano capito molto bene.”

Ha esordito così Jan Vertonghen nella conferenza stampa pre gara al fianco del tecnico Roberto Martinez. Un’ammissione di colpevolezza dovuta al trasferimento estivo del centrale belga al Benfica. 

Dopo otto anni di Tottenham, Vertonghen ha scelto di cambiare aria, forse a causa della rapina che la moglie – Sophie de Vries – e i figli hanno dovuto subire nel marzo del 2020. 

Leggi anche | Italia Austria: in panchina Mancini ha qualità 

Quest’ultima stagione dunque, Vertonghen l’ha passata a Lisbona, al Benfica, e i tre figli piccoli della coppia hanno di fatti scelto il Portogallo come squadra del cuore di questi Europei.

La stagione in Portogallo

Dopo otto anni, 315 partite e 14 gol nel Tottenham, Vertonghen è passato la scorsa estate a costo zero al Benfica diventandone subito un perno fondamentale nel corso della stagione. 

Con 42 presenze (e un gol in Europa League) suddivise in 3.695 minuti, il centrale belga ha dimostrato tutto il suo valore nella squadra allenata da Jorge Jesus, guadagnandosi la conferma per la prossima stagione. 

Ora l’Europeo con il Belgio, nel corso del quale ha già collezionato due presenze (contro Russia e Danimarca) rimanendo a riposo nella gara conclusiva contro la Finlandia. 

Belgio Vertonghen e Alderwield 2
Fonte immagine: profilo Ig @JanVertonghen

Belgio – Portogallo: preview

Quando due delle favorite si scontrano già agli ottavi di finale di una delle competizioni già importanti a livello internazionale, non ci si può che aspettare tanto spettacolo e una grande partita. 

Leggi anche | Italia Austria: statistiche, MVP e le parole di Mancini

In programma questa sera alle 21.00, Belgio – Portogallo si prepara ad essere il manifesto di un calcio offensivo e corale, capace di esaltare i due leader della classifica cannonieri che nell’ultima stagione hanno dominato anche in Serie A. 

Per Vertonghen non sarà comunque una partita come le altre: 

“Ho collezionato la mia prima e la mia 100esima presenza con il Belgio contro il Portogallo. Quella Nazione sembra essere il filo conduttore della mia carriera. Sarà speciale affrontarla ancora una volta.”

Oltre dunque alle ricorrenze di una sfida che per lui significa molto, dovrà sperare – per una volta – di far scontenti i propri figli e portare il Belgio ai quarti di finale.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!