Home Calciomercato Il muro bulgaro che assomiglia a Skriniar: Antov, il nuovo acquisto del...

Il muro bulgaro che assomiglia a Skriniar: Antov, il nuovo acquisto del Bologna

Fonte Immagine: @valentinantov (Instagram)

Valentin Antov è il nuovo acquisto del Bologna: un giocatore giovane e poco conosciuto, su cui però i rossoblù sono intenzionati a investire molto. Scopriamolo assieme.

L’ultimo acquisto del Bologna è sicuramente un giocatore inaspettato, visto che i tifosi si aspettavano una punta: si tratta di un difensore molto giovane, che arriva dalla Bulgaria e che Walter Sabatini seguiva da un po’, Valentin Antov.

Arriva da CSKA Sofia, terzo nel campionato bulgaro, con la formula del prestito oneroso: il Bologna paga quindi il club est-europeo 500.000 euro per tenere Antov in rosa fino a fine giugno, ma con un obbligo di riscatto fissato a 3 milioni di euro. Cifre importanti per un giocatore che in questi mesi dovrà farsi conoscere e apprezzare dai tifosi.

Antov: chi è e come gioca

Valentin Antov è nato il 9 novembre del 2000 a Sofia, e ha sempre fatto parte del settore giovanile del CSKA, arrivando a esordire in prima squadra già nel 2015 in coppa nazionale, diventando il più giovane esordiente della storia del club. È un difensore centrale dotato di un fisico imponente (187 centimetri d’altezza), che all’occorrenza può essere schierato anche come mediano, il primo ruolo rivestito in carriera.

In Bulgaria si è fatto conoscere soprattutto grazie al suo carisma, che lo ha portato a divenire capitano del CSKA Sofia nonostante la giovane età e ad arrivare in Nazionale. Ma oltre a questo, è anche un giocatore molto bravo a portare palla e a far salire la squadra, qualificandosi come un difensore moderno e molto promettente. Al punto che, prima che su di lui arrivasse il Bologna, era stato visionato da Arsenal, Manchester United e Roma.

Su Sky lo si paragona, per caratteristiche, a Milan Skriniar, con Lele Adani che lo descrive così: “È un giocatore veloce, cattivo, che sa giocare di reparto. Per essere un centrale moderno, è bravo anche nella marcatura e nell’uno contro uno ed è un giocatore che, per essere un 2000, ha già un’esperienza notevole”.

In che modo può servire al Bologna

È vero: al Bologna ci si aspettava prima di tutto l’arrivo in un attaccante, che sembrava potesse essere Niang. Così non è stato, e tifosi non hanno risparmiato critiche a Sabatini, che a sua volta ha risposto in maniera abbastanza decisa. Ma l’acquisto di Antov, così poco appassionante in un primo momento, potrebbe rivelarsi una grande sorpresa per il Bologna.

Le caratteristiche tecniche e tattiche del bulgaro sembrano calzare a pennello per il gioco di Mihajlovic, a cui piace far salire la propria difesa per accompagnare la manovra. Il reparto arretrato dei felsinei, inoltre, necessitava di svecchiarsi un po’: la scorsa estate è arrivato un giovane terzino come Hickey, ma l’unico altro giocatore di età inferiore ai 26 anni è Tomiyasu, che fa coppia da centrale assieme al 36enne Danilo.

Antov non servirà solo a portare linfa fresca in un settore del campo in cui il Bologna aveva comunque bisogno di un rinforzo (inizialmente, stava puntando Rugani, poi andato al Cagliari), ma è anche un importante investimento per il futuro. Perché se il bulgaro dovesse andare bene, gli occhi delle big tornerebbero a posarsi su di lui.

Fonte Immagine: @valentinantov (Instagram)

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Ricevi i nostri articoli su Telegram
Exit mobile version