Home Calcio Estero Europa Com’è andato l’esordio di Theo Hernandez con la Francia

Com’è andato l’esordio di Theo Hernandez con la Francia

Fonte: @theo3hernandez (Instagram)

Theo Hernandez ha finalmente fatto il suo esordito con la Francia, giocando nelle qualificazioni mondiali contro la Finlandia: ecco com’è andata

Leggi anche | Finalmente in Champions League: come giocherà quest’anno il MIlan?

Finalmente ce l’ha fatta a esordire in Nazionale: non stiamo parlando di un qualche giovane emergente, ma di Theo Hernandez, il terzino sinistro del Milan che è stato tra i migliori giocatori in assoluto della scorsa stagione in Serie A e che, dopo aver fatto tutta la trafila nelle selezioni giovanili transalpine, non aveva incredibilmente ancora vestito la maglia della Nazionale maggiore.

È successo infine martedì 7 settembre nelle qualificazioni a Qatar 2022, con la Francia che ha affrontato la Finlandia, l’avversaria al momento più insidiosa nel Gruppo D, che arrivava allo scontro diretto con quattro punti di ritardo dai ragazzi di Deschamps ma anche con due match da recuperare.

I motivi della lunga esclusione di Theo Hernandez

Leggi anche | Qualificazioni Mondiali 2022, non solo Italia: le altre big in difficoltà

Sebbene si tratti di un giocatore che in due anni al Milan ha fatto vedere cose molto buone, Theo Hernandez è pur sempre un ragazzo di 23 anni che, pur essendo nato a Marsiglia, è cresciuto calcisticamente in Spagna e ha sempre dovuto scontrarsi con una forte concorrenza nel suo ruolo nella Francia, che come terzino sinistro può schierare anche gente come Lucas Digne, Benjamin e Ferland Mendy.

Fonte: Insidefoto

Alla base della lunga separazione tra Theo Hernandez e la maglia bleu, indossata per l’ultima volta nel novembre 2016 con l’U20, c’è stato anche uno screzio avuto nel maggio 2017 con il ct dell’U21 Sylvain Ripoll. All’epoca, il difensore aveva 19 anni e, dopo un’ottima stagione in prestito all’Alaves, stava per trasferirsi dall’Atletico Madrid al Real Madrid per 30 milioni, e scelse così di rifutare la convocazione nella Nazionale giovanile.

Leggi anche | Perché Theo Hernandez non viene convocato in Nazionale

Ripoll comprese e accettò la sua decisione, ma ciò che lo indispettì fu il fatto che, proprio in quei giorni, Theo Hernandez pubblicò su Instagram una foto di lui al mare a Marbella. Quel post sollevò qualche malumore in Francia, sia tra i tifosi che all’interno della Federcalcio: Ripoll decise di non convocare più il difensore, che infatti non ha mai esordito nell’U21 francese, e la stessa cosa ha fatto a lungo Deschamps, ct della Nazionale maggiore.

Questo almeno fino allo scorso agosto, quando, dopo i deludenti Europei, la Francia ha finalmente deciso di ri-accoglierlo. Dopo aver fatto panchina nelle prime due sfide di questo turno di qualificazioni mondiali, due scialbi pareggi per 1-1 contro Bosnia e Ucraina, il terzino del Milan ha finalmente esordito il 7 settembre contro la Finlandia.

Com’è andato l’esordio di Theo Hernandez

Leggi anche | Come Junior Messias ha convinto il Milan ad acquistarlo

Se già solo il risultato bastasse a descrivere la prestazione di un singolo, non ci sarebbero dubbi che l’esordio di Hernandez nella Francia sia stato positivo: i transalpini hanno finalmente vinto e convinto, regolando la Finlandia per 2-0 e rafforzando la propria posizione in testa alla classifica del Gruppo D.

90 minuti pieni in campo, posizionato da esterno alto a centrocampo nel 3-4-1-2 di Deschamps, e pur non servendo alcun assist – il suo marchio di fabbrica: sono 14 a quando è arrivato in rossonero – ha fornito una prestazione solida e convincete. Subito dopo il fischio finale, il difensore ha scritto sui suoi social di essere “molto fiero e onorato” della sua prima apparizione in maglia bleu.

Leggi anche | Ballo-Touré: da Bielsa al Milan, arriva il vice di Theo Hernandez

I complimenti sono arrivati anche dal suo ct, che ha evidenziato come Theo Hernandez sia riuscito a fare bene anche se schierato in una posizione un po’ diversa rispetto a quella che ricopre al Milan: “Per essere una prima volta, ha fatto vedere molte cose buone” ha detto Deschamps. Tuttavia, nelle sue parole il ct ha anche lasciato intendere che nelle gerarchie della Francia Digne è ancora davanti al terzino milanista.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Exit mobile version