giovedì, Aprile 25, 2024

Muniain, l’addio di una leggenda del calcio basco

Iker Muniain non è certo stato uno...

Perché il Milan vuole Van Bommel in panchina?

Il Milan vira su Mark Van Bommel...

Per le big d’Europa non è facile trovare un nuovo allenatore

Le big europee stanno incontrando più difficoltà...

Sergio Rico, sorprende tutti: il gesto ha un motivo preciso

Serie ASergio Rico, sorprende tutti: il gesto ha un motivo preciso

Sergio Rico è il nuovo obiettivo del Milan. Il portiere spagnolo è legato ad una curiosità davvero particolare: la rivelazione è clamorosa

Un nuovo portiere per il Milan. La sessione invernale di calciomercato si è ufficialmente aperta ed il club rossonero ha ben chiari gli obiettivi da raggiungere in sede di campagna acquisti. Serve un estremo difensore ai Campioni d’Italia, dopo l’infortunio di Mike Maignan e, soprattutto, l’incognita relativa al suo rientro in campo.

Ciprian Tatarusanu, che l’ha sostituito nelle ultime gare prima della lunghissima sosta, non convince appieno, ed ancor meno Antonio Mirante. In verità, il club si è già assicurato un portiere, acquistando dal Guaranì il 24enne Devis Vásquez, un gigante di 195 centimentri preso a titolo definitivo. Ha già svolto le visite mediche e presto si metterà a disposizione di Stefano Pioli ma non basta ancora. 

La dirigenza, infatti, è alla ricerca di un nuovo profilo, probabilmente incurante del rischio di creare un sovraffollamento superiore a quello del casello autostradale di Melegnano, barriera di Milano Sud dell’A1, il giorno del rientro dalle vacanze. Il nome nuovo è quello di Sergio Rico, terzo portiere del PSG, alle spalle di Donnarumma e Keylor Navas. Manco a dirlo, lo spagnolo non vede il campo nemmeno con il binocolo; sono inftti zero le presenze accumulate in questa stagione.

Sergio Rico, l’aneddoto che svela il suo carattere

Classe 1993, è un portiere robusto, alto 195 centimetri con un contratto in scadenza nel 2024. Ha iniziato la carriera nel Siviglia, la squadra della sua città, dove si è affermato a grandi livelli riuscendo anche a conquistare ben tre Europa League da protagonista.

La sua bacheca si è poi arricchita dei trofei di Ligue 1, Coupe de France, Coupe de la Ligue e Supercoppa di Francia senza, però, mai essere determinante nei sucessi di squadra. Nella scorsa stagione Sergio Rico ha giocato gli ultimi sei mesi in prestito al Maiorca, proprio per rilanciarsi, collezionando 14 presenze ma incassando anche 29 reti. In questa stagione, dopo una prima parte in cui ha accumulato zero minuti, è pronto nuovamente a traslocare, stavolta per rilanciarsi in maniera definitiva anche in chiave nazionale.

Sergio Rico è un portiere di valore assoluto, anche se naturalmente in questo momento manca totalmente del ritmo partita, e soprattutto di grandissima esperienza. Il suo debutto nel calcio professionistico, con la maglia del Siviglia, risale infatti al 2014. E proprio circa la sua prima gara, c’è un aneddoto davvero particolare che lui stesso raccontò.

Fu un momento particolare per me; ebbi l’opportunità e la sfruttai al massimo, anche se purtroppo fu per l’infortunio di un compagno. Vincemmo 2-0 contro il Getafe. Sulla schiena – ha svelato – mi sono tatuato la data della gara, è l’unico tatuaggio che ho e non ne avrò più. L’ho fatto perché è una data che mi ricorda anche tutte le persone che mi sono state accanto e mi hanno aiutato a raggiungere quel traguardo“.

Potrebbe interessarti anche:

Check out other tags:

Gli articoli più letti