Home Serie B Cosa deve fare la Salernitana per ottenere la promozione in Serie A?

Cosa deve fare la Salernitana per ottenere la promozione in Serie A?

Fonte: @ussalernitana1919official (Instagram)

Salernitana in Serie A se…? Ecco quali risultati deve fare il club allenato da Fabrizio Castori per ottenere la promozione nella massima divisione italiana

LEGGI ANCHE: La Salernitana può essere promossa in Serie A?

Oggi la Salernitana ha sconfitto l’Empoli allo stadio Arechi, ma dovrà attendere ancora la prossima giornata per ottenere la matematica promozione in Serie A, competizione da cui manca dalla stagione 1998/1999, che al momento è l’unica altra apparizione nella massima divisione italiana del club granata oltre a quella del 1947/1948.

A una partita dalla fine del campionato regolare, i campani sono ancora secondi: hanno staccato il Lecce, bloccato sul pareggio in casa contro la Reggina, ma restano col Monza a sole due lunghezze di distanza. Cosa devono fare per andare in Serie A?

Salernitana in Serie A: i risultati necessari

LEGGI ANCHE: Empoli in Serie A, una storia di giovani e programmazione

Banalmente, la Salernitana otterrà la promozione se farà almeno gli stessi punti del Monza nell’ultima partita del campionato di Serie B, o ne perderà al massimo uno.Infatti, avendo vinto oggi contro l’Empoli e col contemporaneo pareggio del Lecce – che sarebbe stato in vantaggio negli scontri diretti in caso di arrivo a pari punti – i pugliesi sono ora distanti quattro punti, e quindi non possono più raggiungere la Salernitana.

I granata, però, dovranno mantenere invariato il vantaggio che hanno sul Monza, poiché anche in questo caso l’arrivo a pari punti favorirebbe l’avversaria, costringendo i ragazzi allenati da Fabrizio Castori a disputare i play-off. Il 30 dicembre, il Monza s’impose per 3-0, mentre nel ritorno di sei giorni fa i lombardi si sono ripetuti per 3-1.

LEGGI ANCHE: Michele Di Gregorio, il custode dei sogni del Monza pronto al grande salto

Escluso dalla corsa anche il Venezia, con lo 0-0 contro il Pordenone. I lagunari avevano sei punti di ritardo dai campani, per cui sarebbe bastato un pareggio a questi ultimi per essere certi di non poter essere superati dalla formazione veneta. In virtù dei risultati della giornata appena trascorsa, il Venezia è scivolato a meno otto dal secondo posto, e dovrà quindi affidarsi ai play-off.

Salernitana in Serie A: i risultati necessari

Oggi la Salernitana non è stata in grado di ottenere la promozione matematica in Serie A, ma vincendo ha difeso la sua posizione in classifica, e grazie agli altri risultati ha escluso sia Lecce che Venezia dalle possibili avversarie per il passaggio diretto nella massima categoria. Resta però in corsa il Monza di Christian Brocchi, che ha vinto per 3-0 in casa del Cosenza quart’ultimo.

LEGGI ANCHE: Ultimo arrivo alla Salernitana: c’è Kristoffersen per l’attacco

Tutto è quindi rimandato alla prossima (e ultima) giornata di Serie B, che si disputerà lunedì 10 maggio. I campani giocheranno in trasferta in casa del Pescara penultimo in Serie B e, da oggi, ufficialmente retrocesso. Alla stessa ora, il Monza ospiterà il Brescia ottavo in classifica, già qualificato ai play-off ma sicuramente intenzionato a difendere, se non provare a migliorare, la sua posizione in classifica, che l’avvantaggerebbe nel raggiungimento dell’ultimo posto promozione valido.

Fonte Immagine: @ussalernitana19191official (Instagram)

Quindi, per essere promossa in Serie A la Salernitana deve assolutamente vincere nella prossima partita, o almeno fare più punti del Monza: perdendo o pareggiando, coi lombardi vincitori sul Brescia, sarebbe scavalcata al secondo posto (nell’ultimo caso, per via degli scontri diretti). Andrebbe bene anche una sconfitta contro il Pescara, purché il Monza non vinca: anche in caso di pareggio, i brianzoli resterebbe a meno uno dai campani.

LEGGI ANCHE: Playoff Serie B 2020/2021: calendario, date e regolamento

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Exit mobile version