Real Madrid Manchester City dove vedere in tv e streaming

0
Real Madrid Manchester City dove vedere

Dove vedere l’andata della semifinale di Champions League tra Real Madrid e Manchester City in tv e streaming

Mentre gli occhi di tutta Italia si concentreranno sull’attesissimo derby di Champions tra Milan e Inter, dall’altra parte del tabellone si giocherà la sfida tra quelle che sono le due candidate principali alla vittoria della competizione, in una sfida ideologica ancor prima che sportiva. La tradizione contro la modernità, la squadra che ha vinto più Champions contro quella che la insegue come un miraggio, un’integralista come Guardiola contro un re dei risultati come Ancelotti: non mancano di certo le chiavi di lettura a Real Madrid-Manchester City, suggestiva semifinale di Champions League che, secondo molti, assume i connotati addirittura di una finale anticipata. Il primo atto di questo attesissimo scontro si consuma allo stadio Santiago Bernabeu, un campo dal sapore molto particolare per Pep Guardiola. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 21:00 di martedì 9 maggio e la sfida sarà visibile in chiaro, su Canale 5, ma anche tramite il decoder di Sky. Non mancano le alternative per seguire la gara in streaming, gratuitamente tramite l’applicazione di Mediaset Infinity, oppure con il giusto abbonamento su Sky Go e Now. Le due squadre arrivano in momenti diversi alla sfida, il City è in testa alla Premier e culla il sogno del Triplete, mentre il Real ha ceduto il passo al Barcellona in campionato ed è pronto ad andare all in sulla Champions League. Con un orecchio a Milano, le due giganti d’Europa si sfidano in una gara che promette davvero tantissime emozioni.

Real Madrid Manchester City: probabili formazioni

Lo abbiamo detto, sono tante le sfide nella sfida tra Real Madrid e Manchester City, ma una delle più suggestive è sicuramente quella tra Benzema e Haaland, due dei giocatori più forti del mondo e due centravanti devastanti, pronti a guidare la propria squadra in finale. Ancelotti punta forte sul 4-3-3, con la coppia di centrali formata da Militao e Rudiger davanti a Courtois e con Carvajal e Nacho a presidiare le fasce. Tchouameni e Camavinga sono i due enfant prodige che coadiuveranno Kroos in mezzo al campo, mentre davanti Valverde gioca a supporto di Benzema e Vinicius, uno dei giocatori da tenere maggiormente d’occhio per la retroguardia Sky Blu. Guardiola risponde col suo fluido 3-2-4-1, col terzetto difensivo composto da Akanji, Dias e Walker protetto dalla coppia di mediani Stones e Rodri, mentre dietro a Haaland si scatena la fantasia dei quattro centrocampisti, ovvero, Mahrez, Grealish, Gundogan e Bernardo Silva. Una sfida concettuale, come detto, ma anche una grande rivincita, perché lo scorso anno le due squadre si sono incrociate, sempre in semifinale, e in quel caso il Real Madrid ha avuto la meglio, arrivando poi a coronare il suo percorso con la vittoria del titolo. Guardiola spera di cambiare la musica stavolta, ma dovrà fare i conti con l’ostacolo del Bernabeu, prima di giocarsi in casa l’accesso alla finalissima di Istanbul.

REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Carvajal, Militao, Rudiger, Nacho; Tchouameni, Camavinga, Kroos; Valverde, Benzema, Vinicius Jr. Allenatore: Ancelotti.

MANCHESTER CITY (3-2-4-1): Ederson; Walker, Dias, Akanji; Stones, Rodri; Mahrez, Bernardo Silva, Gundogan, Grealish; Haaland. Allenatore: Guardiola.