Quanto guadagna Benzema, il Pallone d’Oro 2022

benzema real madrid
Fonte: Image Photo

Karim Benzema ha ricevuto il Pallone d’Oro 2022, ma quali benefici economici gli porterà? Scopriamo quanto guadagna Benzema e il valore del suo patrimonio.

Ieri sera ha vinto il Pallone d’Oro, ennesimo riconoscimento in una carriera che da oltre un decennio lo ha fatto affermare come uno dei calciatori più affermati al mondo. E la fama comporta anche lauti guadagni per Karim Benzema, che come sottolineato da Calciomercato.com potrebbe vedere i suoi guadagni aumentare ulteriormente dopo il premio, nonostante non sia più giovanissimo.

Questioni sportive ma soprattutto mediatiche, che possono giustamente sollevare la questione: ma quanto guadagna esattamente Benzema? Come al solito, quando si parla del patrimonio di figure del genere bisogna sempre fare varie valutazioni sulle cifre in gioco: proviamo a dare una risposta.

Patrimonio Benzema: quanto guadagna l’attaccante del Real Madrid

Da 13 anni al Real Madrid, Benzema attualmente percepisce dal club spagnolo uno stipendio da 8,7 milioni di euro netti a stagione. Il suo contratto scade alla fine di questa stagione, a inizio luglio 2023, ma visto il suo rendimento è abbastanza facile che a breve firmerà un rinnovo, probabilmente per un’altra stagione.

In aggiunta, si stima che il Pallone d’Oro possa far crescerei suoi guadagni extra-calcistici del 15% rispetto agli attuali 16 milioni di euro l’anno che ricava in pubblicità, facendo da testimonial a marchi come Adidas, Hyundai, Le Credit Lyonnais, SFR, EA Sports e Bwin. Cifre abbastanza considerevoli già così, tanto che gestire la propria carriera a livello finanziario l’attaccante francese ha creato un’apposita agenzia di management, BoB (Best of Benzema), attraverso la quale gestisce anche asset immobiliari (tramite l’azienda Coco) e puramente finanziario (attraverso KB Invest).

Patrimonio Benzema: quanto vale il Pallone d’Oro

A tutto questo potremmo aggiungere il valore del nuovo premio vinto lunedì sera, ritenuto il più prestigioso dell’intero mondo del calcio a livello individuale. In realtà, il Pallone d’Oro non è veramente d’oro: si tratta di un oggetto di 12 kg realizzato in ottone riempieto di cemento, e solo successivamente ricoperto da uno strato d’oro e posto su un piedistallo di pirite.

Il valore nominale del trofeo è dunque molto inferiore rispetto a quanto si potrebbe immaginare, pur restando non proprio “a buon mercato”: 13.000 euro. Non poco, ma sicuramente noccioline se confrontate agli altri asset che vanno a comporre i guadagni di Benzema. Ovviamente, però, il Pallone d’Oro ha un valore che va al di là di questo puramente nominale, legato al prestigio del premio e alla sua unicità, per cui in caso di ipotetica vendita all’asta è chiaro che le cifre che girerebbero sarebbero di molto superiori a questa.