Home Serie A Praet al Torino: come giocherà nel sistema di Juric

Praet al Torino: come giocherà nel sistema di Juric

Fonte immagine: @dennispraet (Instagram)

Dennis Praet è un nuovo centrocampista del Torino: il belga arriva in prestito con diritto di riscatto. Come giocherà con Juric?

Dennis Praet è il primo rinforzo regalato da Urbano Cairo al suo mister Ivan Juric, dopo la sfuriata postpartita del tecnico in diretta tv dalla sala stampa di Firenze.

La mancanza di una rosa competitiva ha fatto sbottare il croato e, per tutta risposta, il Torino in queste ultime ore di mercato proverà a completare la rosa per evitare il punto di rottura.

Praet al Torino: i dettagli dell’affare

La trattativa si è accesa nelle ultime ore e la voglia di piazzare il centrocampista, da parte del Leicester, ha fatto il resto. Infatti il belga non rientra più nei piani di Rodgers e, di conseguenza, andava trovata una soluzione.

Il Torino ha così approfittato dell’occasione prelevando il calciatore il prestito con diritto di riscatto fissato a 15 milioni di euro: intanto Praet arriva in granata, se poi farà bene se ne riparla nel 2022. L’operazione poteva già essere definita lo scorso anno, ma il costo residuo a bilancio dopo una sola stagione alle Foxes era troppo alto.

Per questo Marco Giampaolo, ex allenatore dei granata, ai tempi non fu accontentato. Viceversa, Juric ottiene un po’ di qualità all’interno di un reparto povero di tecnica e visione di gioco. Ora, quindi, non resterà che capire che Praet potrà fare al caso del croato e se, soprattutto, il suo arrivo calmerà le acque.

Praet al Torino: dove giocherà con Juric

Il centrocampo del Torino, che comprende anche la trequarti, è numericamente molto lungo ma, contestualmente, povero di fantasia e imprevedibilità. In tal senso, Praet potrebbe essere un valore aggiunto perché oltre ad avere caratteristiche da numero 8, è un centrocampista polivalente.

La sua pagina Transfermarkt parla chiaro: il belga classe 1994 in carriera ha giocato oltre cento partite da centrocampista centrale e altrettante da trequartista. Ergo, nel 3-4-2-1 potrebbe affiancare Mandragora davanti alla difesa e, al bisogno, avanzare sulla trequarti con o in luogo di Pjaca.

Tutto questo in attesa di capire se il Torino farà altre operazioni là davanti, dove la coperta è lunga ma l’obiettivo Messias al momento rimane reale e, soprattutto, nella rosa di Juric è presente anche la variabile impazzita Tommaso Pobega.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Exit mobile version