Pep Guardiola: possibile addio al Manchester City dopo 8 stagioni trionfali

0
Pep Guardiola
Immagine gentilmente concessa da punchng.com, a cui appartengono tutti i diritti.

Pep Guardiola, attualmente con ancora un anno di contratto con il Manchester City, ha lasciato trapelare la possibilità di un addio dopo otto stagioni ricche di successi e momenti memorabili. Questo annuncio è giunto alla vigilia dell’incontro contro l’Everton e dopo la vittoria nella Coppa del Mondo per club, un traguardo che ha completato l’impressionante Triplete della stagione precedente.

Sebbene il tecnico catalano abbia espresso la sua soddisfazione per i successi ottenuti, ha anche sottolineato la necessità di ricominciare il ciclo, evidenziando la costante esigenza del calcio:

“Il lavoro è stato fatto, ma la realtà, il giorno dopo giorno… dobbiamo rifarlo.”

Riflessioni dopo il successo: “il lavoro è veramente finito”

Guardiola, che detiene un contratto milionario con il Manchester City fino al 2025, è tra gli allenatori meglio pagati a livello mondiale. Con una cifra di 22,4 milioni di euro, superata solo da Diego Simeone, l’allenatore dell’Atlético de Madrid, Guardiola si posiziona come una figura di spicco nel mercato degli allenatori. Sebbene il suo attuale contratto e la sua preferenza per non allenare il Real Madrid limitino le opzioni, il PSG emerge come una possibile destinazione in Europa. Inoltre, non si può escludere la possibilità di allenare una nazionale, anche se ciò potrebbe comportare una revisione delle sue richieste economiche.

L’addio dopo un ciclo di successi

Il Manchester City è diventato un punto di riferimento del successo, essendo la prima squadra inglese a vincere cinque trofei in un anno solare, con la recente vittoria nella Coppa del Mondo per club della FIFA. Guardiola riflette sui suoi sentimenti personali dopo il successo:

“È bello, ho la sensazione che il lavoro sia veramente finito.”

Sebbene i suoi successi, come le cinque Premier League, le quattro Coppe Carabao e le Coppe FA, gli procurino soddisfazione, sottolinea anche la quantità di lavoro e impegno dietro ogni successo.

Prospettive future: la necessità di scrivere una nuova storia

Nonostante il contratto fino al 2025, Guardiola proietta l’idea di un nuovo inizio e afferma che ora è il momento di comprare un libro e iniziare a scrivere la sua storia di nuovo. Ha aggiunto con enfasi che questo è ciò che deve fare. Mentre il Manchester City si prepara ad affrontare gli ottavi di finale della Champions League, Guardiola, nonostante il suo successo, sottolinea l’importanza di continuare a vincere per rimanere al vertice del calcio. Con 34 punti in Premier League e sei dietro al leader Arsenal, la squadra si trova in un momento cruciale della stagione.

Sfide attuali e la realtà della pressione nel calcio

È importante notare che Guardiola affronta la situazione attuale del Manchester City in campionato, riconoscendo le sfide e la pressione costante nel mondo del calcio. Nonostante sia arrivato agli ottavi di finale della Champions League, la squadra si trova in una posizione di svantaggio in Premier League e ha registrato una serie di risultati meno favorevoli nelle ultime partite di campionato.

Il dirigente riflette inoltre sull’importanza di accettare le critiche nel calcio, indicando che quando non si vince, non si è nulla. Ha anche sottolineato la necessità di concentrarsi sulla prossima partita e riconoscere che nel mondo del calcio il successo passato non garantisce la soddisfazione dei tifosi e della stampa.

Il percorso di Pep Guardiola al Manchester City

Pep Guardiola ha lasciato un’impronta indelebile sul Manchester City dal suo arrivo nella stagione 2016-17, consolidando la sua posizione come uno degli allenatori più distinti nell’elite del calcio europeo. Il suo record in Premier League è impressionante, guidando statistiche chiave secondo i dati di Opta. Dei 119 allenatori che hanno guidato più di 50 partite in campionato, Guardiola spicca per punti a partita (2,4), percentuale di vittorie (74%), gol a partita (2,5) e meno gol subiti a partita (0,8).

Nelle sue sette stagioni con il Manchester City, Guardiola ha conquistato 4 titoli di campionato, 4 Coppe di Lega e la FA Cup, superando qualsiasi altro allenatore nella storia del club in termini di trofei importanti. Nonostante i suoi molteplici successi, la Champions League rimane una sfida aperta fin dalla sua esperienza al FC Barcelona.

Per quanto riguarda il suo attuale contratto, secondo i rapporti del ‘The Sun’, Guardiola è l’allenatore più pagato della Premier League, con uno stipendio di 19 milioni di sterline, circa 22 milioni di euro. Se la recente rinnovazione abbia influenzato i suoi compensi è sconosciuto, ma la sua posizione di leader indiscusso nel Manchester City evidenzia il suo duraturo contributo al club inglese.

Infine, vale la pena sottolineare che le parole di Guardiola rivelano un momento di riflessione e, possibilmente, un imminente addio al Manchester City. Nonostante il suo contratto esteso e di successo lasci un’impronta indelebile, il tecnico catalano sembra desideroso di nuove sfide e capitoli nella sua carriera. L’incertezza sul suo futuro e la possibilità di un cambio d’aria mantengono la comunità calcistica in sospeso, mentre Guardiola, nel suo caratteristico stile, continua a sfidare le aspettative e a lasciare un’impronta indelebile nel mondo del calcio.