Home Calciomercato Musso ferma l’Inter, l’agente: ‘Niente di nuovo, è uno dei migliori in...

Musso ferma l’Inter, l’agente: ‘Niente di nuovo, è uno dei migliori in Italia’ e sul futuro… (ESCLUSIVA)

Fonte: Instagram @juanmusso

Abbiamo parlato in esclusiva con Vicente Montes, agente di Juan Musso che da mesi non rilascia dichiarazioni a causa dei troppi rumors di mercato

Un clean sheet contro l’Inter, non una cosa da poco trattandosi della squadra col miglior attacco in Serie A. Solo una però delle tante medaglie da appuntare al petto da quando è in Italia per Juan Musso, uno dei portieri più sottovalutati del nostro campionato, e forse sottovalutato anche in patria, dove la numero 1 dell’albiceleste non gli è stata ancora affidata in virtù della concorrenza scomoda di due simboli di River e Boca come Armani e Andrada.

Leggi anche: Juan Musso, la futura plusvalenza dell’Udinese

Le parole di Vicente Montes, agente di Juan Musso

Fa tutto parte di un regolare processo di crescita, ma di certo non c’è più da stupirsi dinanzi a una grande performance dell’estremo difensore dell’Udinese: “D’altronde contro l’Inter Juan non ha fatto altro che confermare ciò che va ormai dimostrando da tre anni: ossia che è uno dei migliori portieri della Serie A – parola del suo agente Vicente Montes, che non parla dall’estate a causa dei troppi rumors di mercato e che ha deciso di concedere comunque un commento sul momento del ragazzo in esclusiva a Minutidirecupero.it – “Abbiamo visto ancora una volta la serenità e la naturalezza con cui ha portato a termine l’ennesima grande prestazione”.

LEGGI ANCHE: Thomas Ouwejan, scommessa Udinese: come gioca e perché conviene al fantacalcio

Vicente Montes analizza anche la parata decisiva della partita: “L’intervento sul suo amico Lautaro, poi, è stato straordinario. Nel calcio non si sa mai cosa può accadere fino al 90’, ma considerando il momento della partita in cui è arrivata, credo che quella parata sia stata decisiva per il risultato. Lui e Lautaro hanno giocato insieme al Racing, una delle grandi di Argentina, e ultimamente hanno condiviso diverse convocazioni in nazionale, c’è un bel rapporto tra i due. Martinez non ha comunque nulla da recriminarsi, ha calciato benissimo. Ma Juan…”.

LEGGI ANCHE: Perché all’Udinese gli attaccanti segnano così poco?

Nel 2020 Juan Musso è stato il portiere più volte imbattuto del campionato e non prendere gol per l’Udinese non è dunque cosa così rara. Le 28 reti incassate in Serie A sinora sono infatti un dato di tutto il rispetto, considerando che sono, per esempio, solo 5 in più dell’Inter e considerando il fatto che si tratta del miglior record per una squadra della parte destra della classifica dove “all’Udinese – secondo l’agente di Musso – stanno mancando piuttosto i gol segnati, perché quello che la squadra sta esprimendo nella propria metà campo, non solo per merito di Juan ovviamente, ma di tutto l’impianto difensivo, meriterebbe un’altra classifica”.

Juan Musso e il futuro

Montes non vuole parlare di mercato, per non alimentare ulteriormente i rumors, ma ciò che evince dalla nostra chiacchierata con lui rende le conclusioni molto chiare: questa sarà l’ultima stagione di Musso all’Udinese. Il portiere e il suo entourage sentono che sia arrivato il momento di uno step successivo. L’ex Racing ormai punta a una big, si sente pronto, e intende mettersi in mostra per un posto al prossimo mondiale.

Tante big in Italia e in Europa hanno già sondato il terreno. L’Inter e la Roma in Italia le più interessate, ma non mancano sondaggi da Spagna e Inghilterra. Il ragazzo ama la Serie A e si trova benissimo in Italia – ci raccontano dal suo entourage – ma poi dipenderà dal mercato, e verso l’estero non c’è nessuna preclusione. In questo momento, ci giura Montes, non c’è una squadra in vantaggio rispetto alle altre.

L’Udinese ha sempre chiesto 30 milioni per il trasferimento del portiere, ma sin dalla firma sul contratto Patron Pozzo ha fatto a Musso e ai suoi agenti una promessa: quando ci sarebbe stata l’occasione giusta, non avrebbe osteggiato la sua crescita tarpandogli le ali. In più, la convinzione dell’entourage è che, alla luce dello stato attuale del calcio in seguito all’emergenza Covid-19, sia giusto ridimensionare un po’ tutte le aspettative. Dunque, per non venir meno alla parola data, l’Udinese dovrà accontentarsi di introitare anche qualcosa in meno dalla sua cessione, resasi ormai inevitabile, data l’ambizione del ragazzo, al termine di questa stagione.

Andrea Falco

Exit mobile version