Mourinho in ansia: tre big a rischio per la finale di Conference League

Manca una settimana alla fine di Conference League, ma non arrivano buone notizie per Mourinho: tre big rischiano di saltare la finale.

La Roma è attesa da una settimana a dir poco intensa e decisiva per il suo futuro. Venerdì i giallorossi saranno impegnati nella trasferta contro il Torino, a caccia di tre punti che vorrebbero dire qualificazione in Europa League. Mercoledì prossimo poi la squadra di Mourinho è attesa dalla finale di Conference League contro il Feyenoord, appuntamento decisivo per tornare a vincere un trofeo dopo più di dieci anni di attesa. Oggi l’allenamento della Roma è stato aperto alla stampa e Mourinho ha parlato in conferenza stampa, facendo scattare dei campanelli d’allarme in vista di Tirana, visto che tre big rischiano di non farcela.

Ansia Mourinho: chi rischia di saltare la finale

Non è passata inosservata l’assenza a Trigoria di ben quattro titolari nell’allenamento odierno. Se sono note le condizioni di Mkhitaryan e Zaniolo, hanno fatto notizie le assenze di Karsdorp e Smalling. I quattro non si sono allenati e sono stati oggetto di dibattito per José Mourinho in conferenza stampa.

Il portoghese ha parlato delle loro condizioni, rassicurando sul laterale olandese, che non dovrebbe essere in dubbio per la finale di Conference contro la sua ex squadra, ma palesando le proprie preoccupazioni sugli altri tre. Mkhitaryan è out dalla partita di andata col Leicester e il suo recupero per la finalissima è al momento molto difficile. Speranze un po’ più vive per Zaniolo e Smalling, che salteranno il Torino venerdì e sono in dubbio per la finale col Feyenoord.

Recuperare Mkhitaryan e Smalling sarebbe davvero fondamentale per Mourinho, visto che sono due tra i giocatori più esperti e tatticamente e tecnicamente più validi a disposizione del portoghese. In particolare l’assenza dell’inglese sarebbe un bel problema, perché senza di lui la difesa della Roma ha dimostrato di andare pesantemente in difficoltà. Più gestibili gli eventuali forfait di Zaniolo e Karsdorp: per sostituire il primo Mourinho ha diverse alternative a disposizione, su tutti Oliveira ed El Shaarawy, mentre per il secondo può risultare preziosissimo il ritorno di Spinazzola.

Manca ancora una settimana e Mourinho spera di recuperare i pezzi per la sfida col Feyenoord, una gara che rischia di valere una stagione intera, soprattutto se la Roma dovesse fallire l’appuntamento col Torino e, per raggiungere l’Europa League, dovrà passare proprio dalla vittoria del trofeo.