Loris Karius stipendio: quanto guadagna il portiere

loris karius
Fonte: Image Photo

Quanto guadagna Loris Karius, il portiere tedesco celebre per un suo errore in finale di Champions League e, oggi, per la sua love story con Diletta Leotta.

La storia e i tifosi lo ricordano soprattutto in negativo, per essere stato il “responsabile” della sconfitta del Liverpool nella finale di Champions League del 2018, quando un paio di suoi errori determinarono il 3-1 conclusivo in favore del Real Madrid. Ma Loris Karius è andato avanti, e in generale la sua carriera merita di riscattarsi da quel periodo sfortunato.

Cresciuto a livello giovanile in società come Ulma, Stoccarda e Manchester City, approdò giovanissimo al Mainz, venendo lanciato nella squadra titolare da Thomas Tuchel e consacrandosi sotto la guida di Martin Schmidt, prima di trasferirsi nel 2016 al Liverpool.

Gli errori della finale col Real hanno purtroppo segnato una battuta d’arresto nella sua crescita, e da lì Karius si è ritrovato a giocare due stagioni poco esaltanti in prestito al Besiktas. Successivamente è stato riserva nell’Union Berlino, nell’annata 2020/2021, e addirittura terzo portiere del Liverpool l’anno scorso. Questa estate, però, è passato da svincolato al Newcastle.

Loris Karius stipendio: quanto guadagna al Newcastle

L’estremo difensore tedesco ha sottoscritto un accordo di soli sei mesi con i Magpies, che potrà essere prolungato fino a fine stagione il prossimo gennaio. Per il momento, il 29enne Karius è il terzo portiere, dietro al titolare Nick Pope e alla prima riserva Karl Darlow: è stato portato 6 volte in panchina, a causa dei problemi fisici di Darlow, ma non ha ancora fatto il esordio stagionale.

Al Liverpool guadagnava circa 4 milioni di euro all’anno, ma con la fine del suo contratto lo scorso giugno e il passaggio al Newcastle Karius ha dovuto sensibilmente ridurre le sue richieste. Il suo contratto prevede 1,2 mlioni di euro per sei mesi, con la possibilità di essere prorogato per altri sei alla medesima cifra. Attualmente non è chiaro se la società sia interessata a prolungare l’accordo col tedesco.